Ritocco e archiviazione

Sistemi OperativiWorkspace

Photoshop Elements 3.0 offre tanti strumenti per l’organizzazione e la condivisione degli scatti digitali.

Photoshop Elements è il software di fotoritocco proposto da Adobe agli appassionati e come tale ha incontrato il nostro gradimento, sin dalla prima versione, ma non possiamo evitare di stigmatizzare la tendenza a essere sempre più pesante e lento nel caricamento iniziale. Anche altri software (Paint Shop Pro, per fare un esempio) sembrano soffrire di questo problema, ed è un vero peccato, perché a parte questo sarebbero ottimi prodotti anche nelle diversità che li contraddistinguono. Photoshop Elements 3.0 guida l’utente dal momento dell’acquisizione degli scatti dalla fotocamera fino alla loro archiviazione: la novità principale del programma, infatti, è l’integrazione totale del modulo principale di Adobe Photoshop Album, il database per l’organizzazione dei fotogrammi. Inoltre è stata dedicata molta attenzione agli strumenti per la correzione dei difetti fotografici, automatizzata sia per il ritocco dei più comuni errori, sia per la rimozione degli occhi rossi. È stata inoltre implementata la gestione dei file RAW per interagire con questo formato che, più di ogni altro. E infine, preserva la qualità dei nostri scatti a coronamento del percorso iniziato con l’acquisizione, è possibile creare VideoCD, album, biglietti e cartoline. In questo contesto, tutto ciò che riguarda la creatività grafica in senso stretto è certamente sacrificato: ma nessuno disegna proprio più con il computer anche solo per “creare qualcosa”? In Photoshop Elements 3 rimane comunque disponibile la più tradizionale sezione Editor, quella in cui è possibile disegnare forme, colori, ed elementi grafici per il Web o altre creazioni personali. Nonostante il menu principale del programma releghi l’Editor all’ultimo posto tra le voci disponibili, siamo comunque di fronte a un programma valido, sempre utile e funzionale, vista anche la parentela stretta con Adobe Photoshop CS. Nel complesso Photoshop Elements 3.0 offre delle novità importanti rispetto al suo predecessore, ma sono a tutte a senso unico, tutte rivolte al pubblico dei fotografi dilettanti, sempre più coccolati e vezzeggiati da funzioni che ormai ritroviamo in qualsiasi altro programma. In questo senso il fatto di includere molte tecnologie di Photoshop (per esempio il Pennello correttivo) è un vantaggio indubbio e il segno distintivo che fa la differenza.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore