Ritorna Sober.p

firewallSicurezza

Anche venerdì ha toccato i vertici della massima diffusione

Sober.p non dà segni di tregua. Anche nella giornata di venerdì si è segnalato per la sua capacità di propagarsi e infettare, toccando la quota del 5% dell’intero traffico di posta elettronica. La virulenza dell’ultima variante di Sober non accenna a diminuire secondo Sophos.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore