Roaming: l’Europarlamento taglia le tariffe

Mobility

Dalla prossima estate gli utenti della telefonia mobile potrebbero già
usufruire di tariffe di roaming ridotte

L’Unione europea ha tagliato come promesso i prezzi del roaming. L’Europarlamento ha votato il taglio delle tariffe, permettendo agli utenti della telefonia mobile di usufruire delle riduzioni già dalla prossima estate (operatori mobili permettendo). La sessione plenaria del Parlamento europeo ha dato l’ok alla sforbiciata alle tariffe roaming per le chiamate all’estero dei cellulari Ue nei 27 Paesi. Il taglio delle tariffe roaming impone un tetto massimo: per le tariffe di roaming è di 49 centesimi al minuto per le chiamate inoltrate da un altro Paese europeo; 24 centesimi per quelle ricevute; 30 centesimi al minuto all’ingrosso tra gli operatori. Il costo dovrebbe poi calare nel secondo anno rispettivamente a 46 e 22 centesimi, nel terzo a 43 e 19. “E’ un grande giorno per i consumatori, che siano turisti o persone in viaggio d’affari ” ha esclamato il commissario alle Telecomunicazioni Viviane Reding, grande sponsor dell’iniziativa. Il via libera definitivo è previsto dal 29 giugno ma, gli operatori potrebbero però rendere operative le nuove tariffe entro la fine di agosto.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore