Roaming, nuova sforbiciata prima dello stop nel 2017

Autorità e normativeNormativa
Roaming, nuova sforbiciata prima dello stop del 2017
0 12 Non ci sono commenti

Nel 2007 la Commissione europea ha iniziato a ridurre le maxi bollette telefoniche. Da allora i costi sono stati tagliati dell’80%. L’ultimo miglio verso la fine del roaming nel 2017

Il roaming andrà in pensione nel 2017, ma l’ultima tappa della UE prevede un nuovo taglio del sovrapprezzo su telefonate, Sms e dati. L’extra che i gestori telefonici potranno stabilire sarà 3-4 volte inferiore ai sovraccosti attualmente in vigore quando si viaggia all’estero, dentro i confini UE, e si utilizzano smartphone, Pc o tablet.

Roaming, nuova sforbiciata prima dello stop del 2017
Roaming, nuova sforbiciata prima dello stop del 2017

In base al provvedimento europeo, dal 30 aprile il roaming massimo è pari a 5 centesimi di sovrapprezzo al minuto per le chiamate contro i 19 centesimi attuali (sempre Iva esclusa), 2 centesimi per gli Sms contro i 6 attuali, e 5 centesimi per megabyte di dati scaricati contro i 20 attuali per dati.

Nel 2014 da un’indagine della Commissione Europea emergeva che il 94% di chi viaggia, per lavoro o per svago, nei Paesi UE, limitava l’utilizzo di device Mobili a causa del roaming.

Nel 2007 la Commissione europea ha iniziato a ridurre le maxi bollette telefoniche, visto come un odioso balzello dai cittadini europei che viaggiano da un Paese UE all’altro, e da allora i costi sono stati tagliati dell’80%.

Siamo ora all’ultimo miglio prima della fine dei costi del roaming nel 2017, ha precisato il vicepresidente della Commissione europeo responsabile Andrus Ansip: “Questo non riguarda solo il risparmio da parte degli europei ma anche il far cadere le barriere del mercato unico digitale“.

Conoscete la storia dell’Europa nella tecnologia? Misuratevi con un Quiz!

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore