Roaming UE, disco verde al tetto sui prezzi all’ingrosso

Autorità e normativeNormativa
Roaming UE
1 1 Non ci sono commenti

Le tariffe massime applicate dalle Tlc spaziano da 0,03 euro per le chiamate vocali e 0,01 euro per i messaggi di testo. Per il traffico dati il declino sarà graduale: da 4 a 1 euro per gigabyte consumato. Ma le Telco remano contro l’azzeramento del roaming

Il Parlamento europeo sta fissando i tetti tariffari per gli operatori europei. La Commissione Industria dell’Europarlamento ha dato semaforo verde: le tariffe massime applicate dalle Tlc spaziano da 0,03 euro per le chiamate vocali e 0,01 euro per i messaggi di testo. Per il traffico dati il declino sarà graduale: da 4 a 1 euro per gigabyte consumato (la proposta iniziale era di 8,5 euro per gigabyte).

Roaming UE, disco verde al tetto sui prezzi all'ingrosso
Roaming UE, disco verde al tetto sui prezzi all’ingrosso

L’obiettivo è quello di dare a tutti gli europei la possibilità di pagare i servizi di telefonia all’estero come a casa – ha precisato Miapetra Kumpula-Natri, la negoziatrice finlandese per il Parlamento – avvicinando i tetti dei prezzi fra operatori ai reali costi dell’accesso al roaming, ma anche preparando la strada a una vera società dei gigabyte, rendendo possibile un maggiore consumo di dati. Tutti i cittadini devono avere accesso ai servizi digitali, con prezzi più bassi e maggiori quantità di dati disponibili“.

Si tratta di un nuovo passo avanti verso l’azzeramento delle spese extra per il roaming. Ma il taglio dei costi di connessione all’interno dell’Unione europea (UE) sembra una corsa ad ostacoli: secondo il Financial Times, la Commissione raccomanda modifiche alle proposte, limitando l’uso dei servizi dati per i consumatori europei che viaggiano nell’Unione. Il giornale britannico parla di un “potenziale incentivo ai gruppi telecom”: i cambiamenti proposti sul “fair use” potrebbero concedere alle telco il potere di stabilire nuove tariffe.

Adesso le tariffe dovranno essere negoziate con i 28 paesi al Consiglio, prima di essere poi votate nuovamente dai co-legislatori del Parlamento. A spingere per tariffe più alte sono le telco dei paesi del Sud Europa, quelle meta di turismo, con Telecom Italia e Telefonica in prima fila.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore