Roaming UE, taglio tariffe da luglio

MarketingNetworkProvider e servizi Internet
Roaming UE, bozza di regolamento da rivedere dopo la pioggia di critiche

L’Unione europea ha siglato l’accordo per ridurre progressivamente le tariffe roaming sulla telefonia mobile a partire da luglio 2012. Apertura alla concorrenza: chiamare dall’estero (UE) costerà meno

Oggi viaggiare con tablet o smartphone al seguito è la normalità, ma nessuno vuole tornare da un viaggio e trovare una bolletta shock. La Commissione Industria, ricerca ed energia del Parlamento europeo ha approvato il taglio delle tariffe roaming e ha deciso che il roaming dovrà aprirsi alla concorrenza. L’accordo per la bozza preliminare relativa alle tariffe roaming sulla telefonia mobile, abbasserà i costi per telefonate, sms e traffico dati. Una riduzione dei prezzi graduale, che avverrà nei prossimi anni.

La UE ha stabilito tetti della tariffazione dei servizi vocali in roaming: al dettaglio, si passa da 49 centesimi al minuto a 25 centesimi (per le chiamate in uscita) e da 24 centesimi a 8 centesimi(per le chiamate in entrata). Anche nelle Tlc si deve arrivare a un mercato unico, libero, concorrenziale. Il dossier sul “roaming libero” sarà votato in aprile dall’Europarlamento.

La Commisione Ue vuole ridurre il gap fra le tariffe di roaming e quelle nazionali. Anche per gli SMS il taglio è deciso: si passerà dai 9 centesimi di luglio 2012 ai 6 di luglio 2014, mentre il traffico dati costerà 70 centesimi a megabyte a luglio 2012, 45 a luglio 2013 e 20 a luglio 2014.

Ma la verà novità consiste nell’apertura alla concorrenza . Gli utenti potranno stipulare un contratto ‘ad hoc’ solo sul roaming con altri operatori , limitatamente ai viaggi all’estero, mantenendo il proprio numero naziinale e le proprie tariffe in patria.

Roaming UE
Roaming UE, taglio tariffe
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore