Roma ospita Play, la più grande mostra europea sui videogiochi

PCWorkspace

La storia di 40 anni di game al Palazzo delle Esposizioni. La manifestazione in programma fino al 10 luglio

Tra le tante leggende epocali nate nei favolosi anni Sessanta, che ormai disputano ai Roaring Forties il primato di decennio più bello e più creativo dello scorso secolo, cè anche quella dei videogiochi. Era infatti il 1961 quando un professore del Massachusetts Institute of Technology (il celebre Mit di Boston) pensò per primo che gli enormi elaboratori di cui lAmerica si serviva per confrontarsi con lUrss nella corsa allo spazio, potevano essere usati anche per combattere finte invasioni aliene di finte astronavi. Nei 40 anni che si sono succeduti fino a oggi, lelaborazione elettronica è diventata adulta, trasformandosi prima in Information technology e poi in Information interessante percorso proposto a Roma da Play, una mostra sui videogame. Ospitata al Palazzo delle Esposizioni e in programma fino al 10 luglio, la manifestazione si propone di tracciare la storia di questo comparto dellIct, a lungo ritenuto minore ma cresciuto rappresentando laspetto ludico dellInformation incredibile evoluzione che ha contraddistinto gli anni Sessanta e i successivi tre decenni. La mostra di Roma presenta oltre 300 titoli, documentati da disegni, da filmati e da sceneggiature e suddivisi in sei grandi aree tematiche. Lesposizione dispone di una superficie di 1300 metri quadrati, di cui più di 500 destinati a schermi in retroproiezione. Grazie a questi numeri, la manifestazione si accredita sia come una delle prime a livello internazionale sui videogiochi sia come la più grande dEuropa. Per maggiori informazioni, ecco lindirizzo Internet http://play.tiscali.it/

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore