Rotta sicura

Sicurezza

Poche e semplici regole per navigare su Internet senza problemi

Internet non è più solo siti Web, ma si traduce in un mondo di servizi e attività. E’ vero che l’attività classica di ?navigare in Internet’ consiste nel visitare diversi siti eseguendo ricerche o seguendo i vari link, ma essere online oggi significa anche utilizzare le e-mail, la messaggistica istantanea e giocare online. Purtroppo, accedere a Internet o utilizzare i servizi appena elencati mette a rischio l’identità, la riservatezza e le informazioni degli utenti. Virus, truffe tramite phishing, spyware, spamming… la rete è ormai irta di pericoli e trappole. Ecco quindi un piccolo vademecum per proteggersi dalle minacce.

Consapevolezza prima di tutto

Se non si ha la consapevolezza dei pericoli connessi al Web, quando si naviga in Internet si corre il rischio di scaricare virus, spyware e altre minacce. L’abbiamo già detto in numerose occasioni che ormai in Internet esiste un rumore di fondo costante rappresentato da worm, virus e altre minacce che vengono continuamente diffuse da sistemi e server compromessi. Se a questo vi sia ggiunge un’intrinseca vulnerabilità dei browser Web e la passione degli autori di virus nell’individuare falle nella protezione di queste applicazioni allo scopo di scaricare furtivamente codice nocivo e incorporare script ActiveX dannosi nelle pagine Web, lo scenario è completo. In particolare, quando vengono attivati dal browser, gli script nocivi sono in grado di scatenare attacchi al computer.

Ecco quindi una serie di procedure ottimali suggerite da Symantec per proteggersi :

– Prevenire i virus installando le patch del browser non appena disponibili.Disattivare gli script del browser nonché le funzioni Java e ActiveX per prevenire gli attacchi basati su script. – Poichè i browser più diffusi con punti deboli noti rappresentano il bersaglio principale degli attacchi, utilizzare browser o sistemi operativi alternativi. – L’ideale sarebbe installare uno strumento antivirus di alta qualità che sia in grado di bloccare automaticamente virus, Trojan Horse, worm a altri codici nocivi. Per difendersi dalle nuove minacce, utilizzare uno strumento antivirus che sia in grado di aggiornare le definizioni dei virus automaticamente.

Quando il rischio viaggia per posta

Anche aprire una semplice e-mail può celare una minaccia. In alcuni casi, gli autori di virus attivano un meccanismo di distribuzione di massa tramite e-mail per spingere i destinatari ad attivare il codice nocivo contenuto nei file allegati. A volte sembra che gli allegati infetti vengano inviati da amici o familiari. Oltre agli allegati, i messaggi e-mail possono contenere elementi grafici, collegamenti ipertestuali o altro codice HTML potenzialmente pericolosi. Proprio come le pagine Web, e-mail di questo genere possono attaccare falle nella sicurezza o utilizzare script incorporati per scaricare codice nocivo.

In questo caso, per proteggere le e-mail, possiamo seguire i consigli suggeriti da Microsoft:

Installare un software antivirus assicurandosi che sia dotato dell’opzione per il controllo automatico dei messaggi di posta. L’antivirus analizzerò il contenuto dei messaggi di posta elettronica in arrivo, nonché i file già esistenti sul computer, cercando le firme dei virus. L’eventuale virus rilevato viene eliminato o messo in quarantena. – Non aprire mai file sospetti e provenienti da mittenti non conosciuti e/o identificati da nomi ?strani’. A livello aziendale informare tutti gli utenti che devono eliminare senza aprirli i file allegati a un messaggio di posta elettronica proveniente da mittente sconosciuto, sospetto o non attendibile. – Utilizzare funzioni per la sicurezza della posta elettronica. Sia Outlook 2003 che Outlook Express 6.0 dispongono di impostazioni che consentono di bloccare un messaggio di posta elettronica potenzialmente infetto. Considerate l’idea di passare a questi programmi per posta elettronica, se ancora non li utilizzate.

Per non cadere nella rete

Quando si naviga in Internet, è importante essere consapevoli delle truffe on-line e dei comportamenti aggressivi, molti dei quali implicano il phishing. Si tratta di una frode finalizzata all’acquisizione, per scopi illegali, di dati riservati.La frode viene realizzata attraverso l’invio di e-mail, contraffatte con la grafica e i loghi ufficiali di aziende e istituzioni, che invitano il destinatario a fornire informazioni, motivando tale richiesta con ragioni di natura tecnica. Pertanto, è necessario essere sempre attenti.

In particolare, per cercare di proteggersi da questa minaccia possiamo seguire gli ottimi consigli suggeriti da Poste Italiane ai propri correntisti:

Utilizzare software dedicato alla sicurezza (antivirus, antispyware, ecc.) accertandosi che sia costantemente aggiornato. Assicurarsi anche del costante aggiornamento del sistema operativo e dei programmi per navigare in Internet. – L’utilizzo di una toolbar antiphishing può aiutare a riconoscere i siti potenzialmente pericolosi. Queste toolbar segnalano il livello di rischio del sito che si sta visitando e, in caso di phishing, sono in grado di bloccare la navigazione (l’utente può, in ogni caso, scegliere di continuare a “navigare”). Alcune toolbar sono disponibili sul web (es.: Microsoft, Netcraft, ecc.) e possono essere installate gratuitamente sul proprio computer. – Solo se avete fornito i vostri codici personali: cambiate al più presto la password di accesso ai servizi e informate immediatamente l’Istituto il cui sito è stato ?clonato’

Conclusioni

Insomma, Internet offre opportunità di comunicazione, informazione ed una va sta gamma di servizi impensabili fino a qualche anno fa. Tuttavia, ” non è tutto oro quello che luccica”. La grande Rete, infatti, oltre ad offrire indiscutibili vantaggi, cela rischi legati al commercio elettronico, alla possibilità di cadere vittima di crimini informatici o alla perdita della riservatezza dei propri dati personali. Il solo fatto di essere connessi a Internet con un browser non aggiornato espone a concreti rischi e espone l’intero sistema ad una vasta gamma di minacce. Questo non deve comunque spaventare e impedire di utilizzare tutte le potenzialità offerte da Internet. E’ come dire che non si deve più uscire di casa perché le strade sono piene di macchine e si rischia di essere investiti. Basta prestare la corretta attenzione ed evitare comportamenti a rischio, seguendo poche e semplici regole come quelle analizzate nel corso dell’articolo.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore