Rsa apprezzata dalle banche

Sicurezza

Sei istituti di credito hanno annunciato di aver scelto la tecnologia di RSA Securityper proteggere i correntisti online

Sempre più crescono le frodi perpetrate via Internet a danno degli utenti di servizi online banking e sempre più numerose sono le istituzioni finanziarie di tutto il mondo che corrono ai ripari affidandosi a tecnologie di sicurezza più robuste, come l’autenticazione forte a due fattori. Ricordiamo che in contrapposizione alla classica autenticazione tramite un solo fattore (generalmente una password o un pin), l’autenticazione a due fattori prevede che per consentire l’accesso dell’utente ad una risorsa protetta, gli sia richiesto di fornire due tipi di informazioni: una relativa a qualcosa che l’utente possiede, per esempio un codice generato da un token (primo fattore) e una relativa a qualcosa che l’utente conosce, per esempio un pin (secondo fattore). La proposta per l’autenticazione forte a due fattori di Rsa si chiama SecurID. In particolare, hanno annunciato la preferenza accordata alla tecnologia di RSA Security: Banorte (Messico), Banco Davivienda (Colombia), FirstCaribbean International Bank (Caraibi), National Bank of Abu Dhabi (Emirati Arabi), ProCredit Bank (Germania), UniCredit Banca (Italia).

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore