Salgono i profitti di Netflix, in vista del lancio europeo

AziendeFormazioneManagementMarketing
Salgono i profitti di Netflix (in foto: Reed Hastings, Ceo di Netflix)
1 0 Non ci sono commenti

Cinquanta milioni di abbonati al servizio di film e video in streaming, fanno decollare la trimestrale di Netflix. A settembre il servizio on-demand debutterà in Germania e Francia

Cinquanta milioni di abbonati al servizio di film e video in streaming, mettono le ali alla trimestrale di Netflix. Il business dello streaming, grazie all’internazionalizzazione del servizio, rende: il fatturato deriva ancora soprattutto dai sottoscrittori americani, ma contribuiscono ai profitti anche gli altri 40 Paesi (ed oltre). Infatti Netflix conta 1.12 milioni di abbonati internazionali nel trimestre chiuso a giugno: il doppio rispetto ai nuovi abbonati statunitensi.

Nel frattempo Netflix prepara il debutto del servizio in streaming in sei nuovi mercati, a partire da Germania e Francia.

Secondo Cnet, Netflix è a metà della transizione nel più grande network televisivo online. Per rivaleggiare con HBO, l’azienda guidata da Reed Hastings sta dedicando maggiore attenzione alla programmazione originale. Secondo il Ceo, oggi è il grande momento dei servizi on-demand. Ma tutto ciò ha un prezzo: gli alti costi. Ma la profittabilità di Netflix fa sì che siano costi sostenibili, grazie a un’aggressiva espansione internazionale.

Salgono i profitti di Netflix (in foto: Reed Hastings, Ceo di Netflix)
Salgono i profitti di Netflix (in foto: Reed Hastings, Ceo di Netflix)

Netflix conta 36.2 milioni di utenti domestici e 13.8 milioni di abbonati internazionali: 50 milioni di sottoscrittori a livello globale. Grazie al debutto in Europa a settembre, il servizio on demand potrà totalizzare i 180 milioni di clienti.

Netflix già opera in UK, Irlanda, Danimarca, Finlandia, Norvegia, Svezia e Olanda. E da settembre si espande in Germania, Francia, Austria, Svizzera, Belgio e Lussemburgo. Hastings guarda poi alla Cina, ma non sottovaluta l’impatto dell’eventuale acquisizione di Time Warner da parte di Rupert Murdoch.

Netflix ha archiviato il trimestre, registrando profitti per 71 milioni di dollari, o 1.15 dollari per azione, contro i 29.5 milioni di dollari, pari a 49 centesimi per azione dello stesso periodo di un anno fa. Il fatturato è aumentato del 25% a 1.34 miliardi di dollari.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore