Samsung adotta Linux

Workspace

Il colosso dell’elettronica di consumo conta di utilizzare Linux quale
principale sistema operativo per i propri prodotti.

Un portavoce di Samsung Electronics, secondo quanto riporta The Korea Times, ha dichiarato che la società incrementerà il numero di prodotti basati su Linux e il numero di sviluppatori, per adottare Linux quale sistema operativo strategico. La decisione di Samsung giunge dopo neanche un mese la dichiarazione del maggior produttore koreano di acciaio, POSCO, che ha dichiarato che opterà per l’open source per i propri server aziendali. Lo scorso agosto Samsung ha siglato un accordo con Montavista Linux che prevede l’utilizzo sistema operativo Montavista Linux sui più avanzati dispostivi elettronici Samsung. A dicembre, la società ha lanciato sul mercato la famiglia di smart phone I-519, con OS Linux, destinati al mercato cinese. La società produrrà circa 40.000 videoregistratori digitali basati su OS Linux e dispositivi di storage incorporati nei CCTV, (televisori a circuito chiuso) entro la fine del mese. Saranno almeno dieci i futuri prodotti basati su sistema operativo Linux, che la società ha intenzione di lanciare sul mercato entro la fine dell’anno. Per quanto riguarda gli sviluppatori, Samsung conta attualmente su 26 ricercatori che si occupano dello sviluppo di Linux e conta di incrementarne il numero fino a 40 entro quest’anno e fino a 60 entro il 2006.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore