Le strategie di Hp per la divisione Pc e la piattaforma WebOS

AziendeMarketingMercati e FinanzaWorkspace
Hp TouchPad con WebOs

Chi vuole acquisire la divisione Pc di Hp: Samsung e Lenovo potrebbero contendersela per 12 miliardi di dollari. Intanto la piattaforma WebOs potrebbe sopravvivere e il TouchPad è in vendita a 99 dollari. Il parere di Ovum, Idc e Gartner

La notizia choc dello spin-off della divisione Pc di Hp ha messo sotto stress il titolo del primo vendor al mondo del mercato Pc. Ma già si parla dei primi corteggiatori dei personal computer di Hp. Secondo Ovum e Idc, contendersi la divisione Pc di Hp potrebbero essere Samsung e Lenovo. La cinese Lenovo ha acquisito la divisione Pc da Ibm nel 2005. La sud coreana Samsung, già regina degli smartphone Android (con il Samsung Galaxy S e S2) e secondo vendor del mercato tablet (con il Samsung Galaxy Tab, rivale di iPad), produce da anni netbook e laptop. La divisione Pc di Hp potrebbe valere 12 miliardi di dollari (fonte: Credit Suisse Group AG). Se andasse in porto la cessione, sarebbe la più grande acquisizione del mercato Pc dai tempi di Hp-Compaq nel 2002.

Secondo Gartner, se Lenovo comprasse la divisione Pc di Hp, il suo market share salirebbe dal 12% al 30%, espandensi nei mercati (Emea e Usa) e distaccando il secondo vendor, Dell al 13% e il quarto vendor, Acer all’11%.Anche per Samsung l’acquisizione rappresenterebbe un’occasione più unica che rara per contrastare Apple su più mercati.

Inoltre Hp ha tagliato drasticamente il prezzo del tablet TouchPad: sul sito di Best Buy Canada, il TouchPad da 16 Gbyte passa in Canada e USA da 399,99 a 99,99 dollari, mentre quello da 32 Gbyte crolla da 499,99 a 149,99 dollari.

DeWitt rassicura sulle sorti di WebOs: il sistema operativo, frutto dell’acquisizione da 1,2 miliardi di dollari di Palm da parte di Hp, non morirà. Il Senior Vice Presidente Stephen DeWitt ha spiegato in un’intervista che WebOs “continuerà ad evolvere, ad essere aggiornato e supportato“. Hp cessa le vendite dello smartphone Pre e del tablet TouchPad, ma sta prendendo in esame accordi di partnerships e licensing per WebOS. Il sistema operativo verrà licenziato da altri produttori, se andranno in porto le alleanze e gli accortdi di licenza. In gioco non ci sono solo cellulari e tablet, ma un’ampia gamma di gadget che ha bisogno di interfacce. DeWitt auspica un approccio “open” verso architetture non chiuse. Chi potrebbe essere interessato a WebOs? Si parla di Dell, ma anche di Htc, Samsung e Lg, quest’ultime rimaste spiazzate dall’acquisizione Google-Motorola.

Infine l’agenzia Bloomberg riporta che Hp, prima di acquisire Autonomy, ha sondato la possibilità di comprare Tibco e TeraData. Ma poi la scelta è caduta su Autonomy, acquisita da Hp per 10.3 miliardi di dollari.

WebOs in cerca di partner
WebOs in cerca di partner
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore