Samsung, Microsoft e Giorgio Armani, tre nomi per un unico smartphone

Dispositivi mobiliMobility

Alla presenza di Steve Ballmer Samsung presenta il nuovo smartphone griffato Giorgio Armani e dotato del sistema operativo Windows Phone

C’erano proprio tutti alla presentazione del nuovo Samsung Armani: a fare gli onori di casa Giorgio Armani in persona, per Samsung Won-Pyo Hong, executive vice president of global product strategy della divisione Mobile e, direttamente da Redmond il vulcanico Steve Ballmer, Ceo di Microsoft. In realtà, complice forse l’eleganza del luogo, la presenza di Ballmer è stata meno istrionica del solito e più sobria, ma non senza un pizzico di ironia (“Vi garantisco che questo telefono è davvero bellissimo, ma che dire della mia cravatta?“… mostrando la griffe Armani).

ballmerarmanihong.jpg

Da sinistra: Steve Ballmer (Microsoft), Giorgio Armani e Won-Pyo Hong (Samsung) alla presentazione del nuovo Samsung Armani con Windows Phone

Samsung Armani con Windows Phone, il nuovo sistema operativo mobile di Microsoft, è il terzo modello della serie nata dalla collaborazione tra il produttore coreano e lo stilista, ma il tratto distintivo, nonchè il motivo per il quale il lancio ha avuto un tale parterre de roi è proprio la presenza del nuovo e tanto atteso sistema operativo Windows 6.5, già ribattezzato Windows Phone.

Le parole più ricorrenti, nei discorsi di Hong e Ballmer, sono state bellezza e tecnologia: il nuovo Samsung Armani si presenta con una cover bronze, form factor a scorrimento con sistema di inclinazione del display per facilitare la lettura; finiture lucide e angoli arrotondati lo rendono effettivamente un telefono elegante, impreziosito dal marchio Giogio Armani ben in vista sulla cover frontale e sulla back cover. Ma il tocco dello stilista è visibile anche a terminale acceso, nei menu griffati e personalizzati che distinguono le icone e le schermate da quelle predefinite di Windows Phone.

Fin qui la bellezza estetica. Ma dentro? La dotazione hardware prevede un display touch da 3,5 pollici con tecnologia Amoled (altra novità rispetto ai modelli precedenti), dispositivo di inclinazione dello schermo a 30 gradi, tastiera qwerty completa a scorrimento, 8 GB di memoria interna espandibile tramite schede microSD (fino a 32 GB), fotocamera da 5 Megapixel con funzione Face detection, ricevitore A-GPS e connettività Bluetooth 2.0 con EDR, Wi-Fi,connessione HSDPA a 7,2 Mbps e USUPA a 5,76 Mbps. Le dimensioni non sono eccessivamente compatte, ma in linea con gli smartphone prosumer attualmente sul mercato (118,5×58,3×16,4 mm per 164 grammi di peso).

Samsung Armani è già disponibile nei tradizionali canali di vendita, al prezzo di 700 euro, ma anche nelle boutique Armani.

Samsung, Giorgio Armani e Microsoft, dunque, insieme per un unico smartphone: unico perchè almeno per il momento “Microsoft non ha in previsione altri modelli fashion come questo“. E se lo dice Ballmer…

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore