Sapphire Radeon X1900 XTX

LaptopMobility

La nuova "prima della classe" offre prestazioni e qualità capaci di spodestare la concorrenza

A pochi mesi dall’introduzione della famiglia X1000, Ati “ritocca” le specifiche del modello al top di gamma e presenta due nuovi modelli, i Radeon X1900 XTX e X1900 XT. Questa Vpu, nota anche con il nome in codice di R580, amplifica ulteriormente le capacità di calcolo di Radeon X1800XT. Anche le specifiche relative alle frequenze sono state ulteriormente aumentate e ora, questa Vpu lavora alla frequenza di 650 MHz, contro i 625 MHz del precedente modello. I 512 Mbyte di memoria Sdram Gddr3 si interfacciano mediante un apposito bus ad anello e operano a ben 1,55 GHz, invece dei 1,5 GHz di X1800XT. Il modello meno potente (con Radeon X1900 XT), seppur di poco, ha invece frequenze di 625 MHz e 1,45 GHz rispettivamente per core e moduli di memoria. La Vpu è realizzata con un processo produttivo a 90 nanometri e dispone di 16 Pixel Pipeline oltre a 48 processori per Vertex Shader, che costituiscono il triplo rispetto a quelli implementati in Radeon X1800. Come per tutta la famiglia X1K è supportata in modo nativo la tecnologia Avivo, che permette di velocizzare la visualizzazione di filmati Hdtv H.264 e di migliorare notevolmente la qualità delle immagini, grazie ad appositi filtri dedicati. L’architettura interna prevede ora motori Shader Model 3.0 con supporto per HDR (o High Dynamic Range) con Antialias, per un maggior dettaglio e nitidezza delle immagini 3d calcolate in tempo reale. Anche per questo modello è possibile realizzare configurazioni CrossFire, accoppiando alla scheda in prova (che costituisce la versione CF Slave), una Radeon X1900 CrossFire Edition e l’opportuna motherboard con chipset Ati. Il layout e il design del radiatore mantengono forti analogie con i modelli di punta visti in precedenza e il sistema di raffreddamento occupa due slot. Il corpo lamellare, interamente realizzato in rame, è racchiuso all’interno di un convogliatore in materiale plastico e la grossa ventola tachimetrica si occupa di espellere il calore prodotto dal case, per evitare pericolosi surriscaldamenti. Dopo circa un’ora di test molto impegnativi, la scheda risulta tuttavia piuttosto rumorosa a causa dell’aumento del regime di rotazione della ventola, e la temperatura rilevata sul retro del Pc, in corrispondenza della feritoia per lo sfiato dell’aria è di circa 70°C. Si consiglia pertanto un sistema ben ventilato e un cabinet di grosse dimensioni per evitare possibili blocchi o instabilità. Nonostante le elevate temperature, neanche sul modello più potente, la Sapphire Radeon X1900 XTX, non abbiamo rilevato problemi. Le prove sono state effettuate utilizzando un computer con Cpu Amd Athlon FX-57 2,8 GHz, 1 Gbyte di memoria Sdram Ddr2 a 533 MHz e motherboard DFI Lanparty RDX200. I risultati ottenuti sono tra i migliori mai rilevati con questa macchina, decisamente migliori di quelli ottenuti dalla precedente testa di serie Ati Radeon X1800 XT. Le differenze con questa Vpu si possono notare lavorando a risoluzioni elevate, come 1.600×1.200 pixel. La nuova architettura permette inoltre di superare l’antagonista nVidia GeForce 7800 GTX 512 nei test eseguiti con i videogiochi Far Cry e Unreal Tournament e anche nei 3Dmark2005, con un vantaggio notevole. Diversamente, nel test con il gioco Doom 3, è invece il modello nVidia a prevalere. Nel complesso questa soluzione risulta adatta ai videogiocatori che esigono il massimo delle performance e sono disposti a spendere cifre da capogiro per l’ultimo ritrovato tecnologico. Le ottime performance generali e l’eccellente qualità di visualizzazione sono i due punti a favore di questa nuova soluzione Ati.

CLICCA QUI PER VISUALIZZARE LA TABELLA CON I RISULTATI DEI TEST Prezzo: Euro 699,00 Iva inclusa Contatto: Sapphire Web: www.sapphiretech.com/it Pro: Ottime prestazioni generali Contro: Prezzo non alla portata di tutti; elevate temperature

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore