Sarà senza fili anche il VoIP

MobilityNetworkWlan

La telefonia su Internet vuole mobilità, tagliando il cordone ombelicale che ancora lo lega al Pc o al laptop

I cosiddetti Softphone, pezzi di software necessari per telefonare con VoIP, sono sempre più comuni: ma la domanda d’obbligo è quando avverrà il vero salto dai Pc ai dispositivi mobili? La telefonia che sfrutta Internet Protocol è stata implementata innanzitutto da colossi come Cisco Systems, Avaya, Siemens e Nortel Networks; quindi è diventata il “must” di stagione con Skype-eBay, Google Talk, Aol TotalTalk, il nuovo messenger di Yahoo, Microsoft-Teleo. Ma, secondo le società di analisi, potrà diventare un fenomeno di massa, consumer, solo quando utilizzerà più dispositivi portatili, e non solo i notebook. L’iPaq di Hewlett-Packard già può ospitare Softphone, i software per il Voip, e un’azienda irlandese Cicero

Networks sta lavorando per un VoIP sia su cellulare che su dispositivi WiFi. Anche EarthLink sta implementando, con programmi open source, il servizio Vling. Il mercato dei piccoli dispositivi mobili aspetta di fare il gran salto nel VoIP.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore