Sarà solamente digitale il cinema del futuro

NetworkProvider e servizi Internet

Lo afferma il regista inglese Peter Greenway, che sta lavorando a un film polivalente, Le valigie di Tulse Luper

Per Peter Greenway – ex-enfant terrible del cinema inglese, oggi sessantenne ma sempre pronto a graffianti atti daccusa e a posizioni anticonformiste e dissacratorie – la maniera tradizionale di progettare e di realizzare storie per il grande schermo non ha assolutamente pi niente da dire. Sempre secondo Greenway, la maggior parte dei film di oggi sono noiosi perch la tecnologia tradizionale ormai superata. Per non correre il rischio che la situazione si fossilizzi ulteriormente, c ununica strada da seguire aprire alle nuove tecnologie e alla multimedialit. Il regista inglese talmente convinto di questa teoria da avere completamente abbracciato la rivoluzione post-digitale. Nel nuovo movie a cui sta lavorando attualmente, che si intitola Le valigie di Tulse Luper, il regista britannico fa talmente ricorso alla nuove tecnologie da ottenere contemporaneamente una serie di prodotti diversi. La storia racconta le avventure di 92 personaggi alla ricerca di altrettante valigie, che – quando saranno ritrovate – sveleranno un segreto legato alluranio. La scelta del minerale non casuale, ma legata al fatto che questo raro elemento pu essere considerato come un simbolo sia del ventesimo secolo sia dellera atomica. La nuova opera di Greenway sar infatti un film di sei ore per il cinema, una fiction televisiva di 26 puntate, un Cd-rom, un Dvd e un sito web che permetter di seguire le varie fasi di lavorazione del movie. Il regista ritiene che il percorso tecnologico intrapreso non sia solamente irreversibile, ma assolutamente pi interessante della vecchia maniera di fare film, proprio grazie alle inedite possibilit assicurate dalle nuove tecnologie. Secondo Greenway, al momento non c infatti niente come la tecnologia digitale, che permette sia di seguire un film sullo schermo del proprio pc sia di interagire con la storia stessa, scavando in quei personaggi della storia che – per qualche motivo – ci interessano pi degli altri oppure spiegando gli antefatti degli episodi narrati.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore