Sbloccati 20 miliardi di debiti della PA per le aziende

Autorità e normativeAziendeMarketingMercati e Finanza
Mario Monti, Premier italiano, vara il Decreto per l'agenda Digitale e le Start-up

L’esecutivo inizierà a smaltire i debiti della Pubblica Amministrazione. Il decreto avrà una corsia preferenziale. Finalmente ossigeno per le aziende

Ieri il presidente di Confindustria aveva spronato il governo ad accelerare l’iter per pagare le aziende, sostenendo che lo sblocco degli arretrati della PA vale la creazione di 250 mila posti di lavoro. L’esecutivo oggi annuncia che una prima tranche di 20 miliardi arriverà nella seconda metà del 2013, un’altra sarà invece messa a disposizione l’anno prossimo. Il presidente del Senato, Pietro garantisce che il decreto del governo seguirà una corsia preferenziale, per non subire nuovi intoppi.

Sbloccare e smaltire i debiti della PA e rappresenta la misura più urgente per rimettere in Moto l’economia e portare finalmente ossigeno (leggi: credito) alle aziende, che stanno vivendo le strettoie del credit crunch, oltreche’  una pesante recessione.

Confcommercio solo ieri lanciava un nuovo allarme, fotografando lo stato di crisi delle imprese italiane e propone contromisure per riportare la fiducia tra le imprese e per affrontare le emergenze. Fra le aziende, grandi o PMI, domina il pessimismo, che tinge di nero lo scenario 2013: il42% degli imprenditori teme che l’andamento di quest’anno sarà peggiore del già durissimo 2012 e il52% vede calma piatta, con un’economia ferma al palo. Si ferma al 12% la frazione degli imprenditori che prevedono nel 2013 un miglioramento della situazione della propria impresa rispetto al 2012

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore