Scandalo Stock option, Apple patteggia

Autorità e normativeNormativa

L’accordo extragiudiziario con gli azionisti vale 14 milioni di dollari

Lo scandalo delle stock option retrodatate si chiude con un patteggiamento. L’accordo extragiudiziario di Apple con gli azionisti vale 14 milioni di dollari.

Il caso di retrodatazione di stock option è stato istruito il 24 aprile 2007 a carico dell’ex consulente legale di Apple Nancy Heinen, ma la vicende risale al 2006. Secondo l’accusa Heinen e Fred Anderson, ex Chief Financial Officer di Apple nel 2001 approvarono più di 20 milioni di dollari in stock option a favore loro, di Jobs e di altri dirigenti.

Un’inchiesta interna di Apple aveva già sgravato da ogni accusa Jobs, lasciando la patata bollente nelle mani di Heinen e Anderson

Ora, dopo tanti mesi, i vertici di Apple accettano l’accordo. L’accordo prevede anche che l’assicurazione di Apple rimborsi anche le parcelle e le spese degli avvocati (circa 9 milioni di dollari). Il giudice distrettuale Jeremy Fogel ha dato il semaforo verde preliminare all’offerta. L’udienza è fissata per il 31 ottobre per mettere la parola fine al caso del backdating delle stock option.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore