Schneider Electric prepara un turbo data center per i Pépinières d’Entreprises

CloudData Center

CASE HISTORY – Schneider Electric ha portato le sue soluzioni ad Aosta presso Pépinières d’Entreprises in modo da creare un’infrastruttura che potesse far fronte alle esigenze delle start up, delel società private e degli enti della pubblica amministrazione locale, ospitati negli spazi

Schneider Electric realizza il nuovo Data Center della sede di Pont-Saint-Martin della Pépinières d’Entreprises, incubatori d’impresa pensati dalla Regione Valle d’Aosta per accogliere le start-up e favorirne la crescita, a vantaggio dello sviluppo economico del territorio e dell’occupazione locale. Insomma, quel che si dice linfa per far crescere le start up si chiama innovazione e, dal canto suo, Schneider Electric è sbarcata in questo incubatore d’impresa con spazi co-location presso i quali i giovani imprenditori trovano uffici, infrastrutture e servizi adatti ad avviare la loro attività.

All’interno degli spazi di questi incubatori sono principalmente locate imprese del settore It. Il centro ha dovuto dotarsi di un nuovo data center per soddisfare la crescente richiesta delle ospitate. Ma non solo. Perché gli apparati della sede di Pont-Saint-Martin forniscono servizi anche a società private e a enti della pubblica amministrazione locale. Ecco perché serviva nuova infrastruttura all’altezza di queste e altre esigenze. Dal Data Center, composto da un’architettura a cubo ad alta densità che concentra server e apparati in una soluzione a corridoio caldo, al condizionamento ad acqua completato da chiller a free cooling che fanno risparmiare e raggiungere un valore di PUE di 1,2”, all’UPS, quadri elettrici, pavimento sopraelevato e infine il software di monitoraggio, che oltre a migliorare la gestione, fa sì che le aziende ospitate paghino solo l’energia che consumano. 

Schneider Electric per Pepinieres d'Entreprises, Aosta
Schneider Electric per Pepinieres d’Entreprises, Aosta

“Un’architettura a cubo ad alta densità, realizzata con sistemi di contenimento InfraStruxure, concentra server e apparati in una soluzione a corridoio caldo, per rendere efficienti i sistemi di condizionamento e consentire risparmio energetico”, afferma Massimiliano Fratesi, Data Center Account Manager Schneider Electric. “Il sistema di condizionamento In-Row ad acqua è completato da un sistema di chiller a free cooling, una soluzione che in più sfrutta la climatizzazione naturale e che consente di risparmiare energia l’anno senza compromessi in efficienza, con un valore di PUE raggiunto di 1,2” , precisa Fratesi.

L’infrastruttura comprende anche i quadri Schneider Electric di distribuzione elettrica intelligente “iQuadro”: un sistema in bassa tensione innovativo che, attraverso il software di monitoraggio, permettono di identificare eventuali problemi, controllare gli assorbimenti e di tracciare i consumi dei singoli dispositivi presenti. È presente inoltre un sistema di protezione dell’alimentazione composto da UPS Symmetra PX, scalabile e ridondato, che garantisce la disponibilità senza interruzione del data center. Il tutto poggia su un pavimento flottante della gamma Uniflair, che permette un potenziamento delle capacità di raffreddamento, minimi costi di manutenzione e una distribuzione ottimale degli impianti. “Il nuovo data center è in linea con le nostre esigenze sia di sostenibilità dei consumi, grazie al sistema di climatizzazione ottimizzato, che di affidabilità, perché è completamente ridondato”, sottolinea Antonio Di Blasi, responsabile Innovazione Area Pepinieres di Vallée d’Aoste Structure “questo mette al sicuro le start-up e tutte le realtà anche esterne che sfruttano i nostri spazi dal rischio di indisponibilità dei sistemi”.Schneider Electric

Il software di monitoraggio permette di gestire l’infrastruttura in modo semplice perché rende possibile la verifica dei parametri di temperatura e il controllo dello stato del sistema. “Grazie a questi strumenti di controllo possiamo identificare proattivamente gli eventuali problemi e pianificare gli interventi, abbattendo i tempi di indisponibilità degli apparati”, aggiunge Di Blasi. A questo va aggiunto il costante monitoraggio dei consumi dei singoli apparati presenti nel data center, per una corretta attribuzione dei reali consumi energetici a ogni azienda ospitata. “Si tratta di un valore aggiunto sia per le imprese ospitate nelle Pépinière, che pagano solo quello che consumano, che per noi in quanto ente delle Pubblica Amministrazione, perché ci consente la massima trasparenza sui profitti”. Il nuovo data center allestito presso la Pépinière d’Entreprises di Pont-Saint-Martin è in linea con l’approccio “Innovation at every level”, un valore aggiunto per chi sceglie le soluzioni Schneider Electric. “Abbiamo costruito un’infrastruttura pensata per durare nel tempo: grazie alla sua modularità e scalabilità, il nuovo data center è in grado di rispondere alle esigenze di oggi e del futuro” conclude Fratesi.