Sconfiggere i virus

Management

Il mercato degli antivirus è maturo, ma non per questo bisogna abbassare
la guardia. Le tecnologie sono collaudate, ci sono ancora spazi per la
ricerca, ma molto si gioca sulla confezione, sulla presentazione, sulla
sensazione di sicurezza che il prodotto trasmette

I virus, nelle loro diverse forme, sono tuttora ottimi veicoli di attacco per tutte quelle minacce informatiche di cui, in questi tempi, si parla e scrive molto. Un buon cavallo di troia può infiltrare un mail spam server o un database di parole chiave. Un macro virus confezionato ad hoc può corrompere i documenti. Eccoci quindi a provare undici prodotti antivirus. Quando il prodotto non era disponibile in licenza singola separato da altri programmi più completi lo abbiamo valutato all’interno dell’offerta di sicurezza digitale più ampia, ma abbiamo sempre e solo considerato nel giudizio l’antivirus. I prodotti provati hanno molte cose in comune. Pongono almeno un comando nella tray area, a destra in basso, accanto all’orologio. Quel comando, di solito, controlla il monitor di scansione in tempo reale, per intenderci quello che, appena apriamo un file infetto, se ne accorge e ci blocca in tempo…di solito. Tutti hanno un corrispondente programma principale, il vero e proprio antivirus, che si può invocare dalla tray area, o dal desktop, sempre dal menu Start. Tutti possono e devono essere aggiornati online, nei diversi modi che vedremo. Soprattutto, tutti funzionano bene, hanno prestazioni buone o ottime e non mettono a rischio il sistema.

L’articolo prosegue sul numero 213 di Pc Magazine

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore