Scorporo rete, Telecom Italia cerca un socio per la NewCo

Aziende

A Piazza Affari è in grande spolvero il titolo di Telecom Italia sulle voci di ingresso di nuovi soci, forse libici o arabi. La rete fissa verrebbe conferita a una NewCo

Lo scorporo della Rete Telecom Italia, di cui VNUnet.it ha parlato per anni come di un a possibile soluzione anche per azzerare il Digital Divide italiano e quindi recuperare il profondo gap che ci divide dal resto d’Europa, prende forma.

Di scorporo della rete, abbiamo già parlato in passato, quando Reuters a gennaio parlò di Telecom Italia a proposito dell’ipotesi di separare la rete e conferire la rete separata a una newco. A gennaio VNUnet.it scrisse: “Anche l’AgCom aveva da poco rimesso in agenda la separazione della rete , dopo aver incontrato i nuovi vertici societari l’Ad Franco Bernabé e il presidente Gabriel e Galateri di Genola. La separazione inoltre sarebbe anche un modo per Telecom per alleggerirsi,riducendo il debito. Anche l’Unione europea ha proposto la riforma del mercato unico Tlc che prevede la separazione funzionale delle reti. La NewCo, infine, potrebbe trovare gli investimenti indispensabili per creare una rete di nuova generazione (Ngn).

Adesso i tempi sembrano maturi: dopo un periodo di logorio dei rapporti con Telefonica e nella settimana nera di Wall Street e delle Borse mondiali, Telecom Italia trova il coraggio di rilanciarsi con un progetto innovativo, che trova il consenso delle Authority Tlc e del mercato delle reti Ngn. A Piazza Affari è in grande spolvero il titolo di Telecom Italia sulle voci di ingresso di nuovi soci, forse libici o arabi. Lo scorporo della rete fissa verrebbe conferita a una NewCo: la rete fissa potrebbe anche essere quotata in Borsa (anche se pensare a un’Ipo in questo maremoto finanziario, non è facile), “e partecipata da investitori istituzionali

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore