Scott Thompson lascia Yahoo!: Ceo ad interim è Ross Levinsohn

AziendeManagementMarketingNomine
Scott Thomson lascia Yahoo

Accusato di aver falsificato il Curriculum vitae con una finta laurea, lo Chief Executive Scott Thompson lascia Yahoo!

Dopo il licenziamento del penultimo Ceo, Carl Bartz, con una telefonata, lascia il timone anche Scott Tompson, travolto dallo scantalo della laurea fasulla. Accusato di aver taroccato il Curriculum vitae con una laurea fasulla, lo Chief Executive Scott Thompson abbandona Yahoo!. È  la vittoria dell’azionista attivista Daniel Loeb che entra nel board. Yahoo! è impegnata in una pesante ristrutturazione: il portale ha tagliato 2,000 posti di lavoro, pari al 14% della forza lavoro. Nominato Ceo ad interim è Ross Levinsohn, finora a capo dei global media.

ITespresso ha fin dall’inizio espresso il forte dubbio che Scott Thompson fosse il Ceo giusto. Yahoo! è un’azienda di tecnologia, ma soprattutto, da quando utilizza l’algoritmo di Bing, è soprattutto una Web company focalizzata nell’advertising e nel marketing: un mercato, quello dell’advertising, in cui l’ex Ceo Thompson, ex presidente PayPal, non vanta alcuna esperienza.

Una volta Yahoo! dominava i media Internet e nella ricerca, poi si è vista superare da Google e Facebook. La divisione consumer si concentrerà sui media, commerce e le connessioni, che includono la foto-condivisione Flickr, ricerca online e le e-mail. Yahoo! ha siglato un patto decennale con Microsoft Bing. Rich Riley, che oggi si occupa del mercato Emea, si interessarà di America, mentre Rose Tsou presidierà le operazioni in Asia-Pacifico. Dei contenuti media si interesserà Ross Levinsohn. Nei media (news, sport, finanza eccetera) Yahoo! scommette su pivot come i Giochi Olimpici e le Elezioni presidenziali USA, due eventi che macinano click.

Yahoo! ha archiviato il primo trimestre con utili in crescita del 28% anno su anno: 286,3 milioni di dollari, pari a 23 centesimi per azione. I ricavi sono aumentati dello 0,6%, a 1,22 miliardi di dollari, oltre le attese degli analisti. A trainare i conti del portale è il mercato pubblicitario, cresciuto del 23%. Yahoo! sta decidendo se cedere una quota di Alibaba, che rivuole il 40% che è in mano a Yahoo fin dal 2005. Yahoo! ha infatti annunciato di aver aperto un negoziato per vendere il 15-25 per cento di Alibaba, il portale cinese, uno degli asset di maggior valore di Yahoo!.

  • Sapevate che Yahoo! è stata creata prima di Google? Misuratevi con un QUIZ!
Scott Thomson lascia Yahoo
Scott Thomson lascia Yahoo!
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore