Se ne va il CEO di Second Life

AziendeManagementNomine

Second Life perde un altro elemento importante: il fondatore e CEO della società, Philip Rosedale, ha infatti deciso di abbandonare la sua carica

Dopo le polemiche sul gioco d’azzardo e altre pratiche a limite dell’illegalità che si svolgevano nel mondo virtuale, Second Life pare aver arrestato la sua crescita vertiginosa, perdendo gran parte del suo fascino iniziale.

Peraltro buona parte dell’elevato numero di utenti dichiarati si è dimostrato mosso più da una momentanea curiosità che da un reale interesse per la vita virtuale, e sono tantissimi gli iscritti che dopo qualche giro di perlustrazione non sono più tornati.

Ora anche Rosedale lascia i Linden Labs, o meglio li lascerà quando verrà trovato un sostituto, ma continuerà a far parte del consiglio di amministrazione. Ha inoltre dichiarato di rimanere interessato a Second Life ma di voler essere coinvolto più da vicino nei nuovi prodotti che la società intende sviluppare.

Altre informazioni le trovate su Forbes .

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore