Secunia boccia Firefox: troppe falle

CyberwarSicurezza

Le vulnerabilità del browser open source di Mozilla scavalcano quelle di Internet Explorer di Microsoft e di Apple Safari

Secunia sfata un mito, quello della presunta sicurezza di Firefox, il browser open source di Mozilla. Secondo un report di Secunia, le falle di Firefox

superano quelle di Internet Explore r di Microsoft e di Apple Safari.

Mozilla però ha un merito: secondo eWeek EuropeMozilla è stata più veloce a reagire rispetto a Microsoft nella scoperta e nella pubblicazione della vulnerabilità prima ancora di una notifica da parte di terze parti”.

In realtà la notizia non è nuova: già a dicembre, il contest di caccia al bug di uTest aveva dato i segenti risultati: Internet Explorer sarebbe più sicuro dei rivali Firefox e Google Chrome . Il confronto è stato condotto su tre versioni di anteprima: rinvenuti 168 bug in Internet Explorer (con il 9% di falle non banali), 207 in Firefox (con il 24% di vulnerabilità da riguardare) e 297 in Chrome (con il 12%).

Bit9 ha già additato Firefox come l’enfent terrible delle applicazioni vulnerabili del 2008 . La cosiddetta “sporca dozzina” di Bit9 mette nel mirino Firefox al primo posto con 10 falle, seguito da altre applicazioni Web più vulnerabili del 2008: Adobe Flash e Adobe Acrobat con 14 falle; EMC VMware Player e Workstation con 10 bug; Sun Java JDK e JRE, Sun Java Runtime Environment (JRE) con 10 cerotti; Apple QuickTime, Safari e iTunes (a quota 9, 3, 1, rispettivamente); i prodotti Symantec Norton; OfficeScan di Trend Micro; prodotti Citrix; Aurigma Image Uploader, Lycos FileUploader; Skype; Yahoo! assistant; e, a chiudere questa poco invidiabile hit parade, Microsoft Windows Live (MSN) Messenger.

Leggi anche: Internet Explorer ha meno bug di Firefox e Google Chrome

Per essere aggiornato sulle ultime notizie del mercato, iscriviti alle newsletter di NetMediaEurope, clicca qui

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore