Segnali di rallentamento nel mercato smartphone

AziendeMercati e Finanza
Il mercato smartphone registra segnali di rallentamento, a causa della saturazione in Cina
1 0 Non ci sono commenti

Il mercato smartphone in Cina ha segnato una flessione del 4,3% rispetto allo stesso periodo del 2014. Il primo segno meno negli ultimi sei anni

Il mercato smartphone registra segnali di rallentamento, soprattutto in Cina, dove Apple ha comunque conquistato lo scettro del mercato smartphone cinese. Lo riporta la società d’analisi Idc, che denuncia che la Cina è prossima alla saturazione. A trainare il mercato dei telefonini mobili “intelligenti” sono i device low-cost.

Il mercato smartphone registra segnali di rallentamento, a causa della saturazione in Cina
Il mercato smartphone registra segnali di rallentamento, a causa della saturazione in Cina

Fra i top vendor, Apple è la numero uno, mentre Xiaomi e Huawei detengono quote di mercato crescenti. La Cina è il mercato smartphone più grande al mondo con 520 milioni di utenti e si avvia verso la saturazione: il mercato smartphone in Cina ha segnato una flessione del 4,3% rispetto allo stesso periodo del 2014. Il primo segno meno negli ultimi sei anni.

Apple, grazie al boom di iPhone 6 e 6 Plus, detiene il 14,7% dell’interno mercato cinese degli smartphone. Samsung, numero uno a livello globale, è crollata in Cina al quarto posto con il 9,7%, ma spera di invertire la tendenza e tornare a crescere con i Galaxy S6 e S6 Edge.

Il mercato smartphone in Cina ha chiuso il primo trimestre a quota 98.8 milioni di unità, in calo del 4.3% dai 103.2 milioni di unità, secondo Idc.

Apple ha venduto 14.5 milioni di iPhone e ha guadagnato il 62.1% di rialzo anno su anno. Le cinesi Xiaomi e Huawei si piazzano in seconda e terza posizione, rispettivamente, con 13.5 milioni e 11.2 milioni di unità vendute. La sud-coreana Samsung ha registrato un crollo del 53%.

Il mercato smartphone supererà i 2 miliardi di unità nel 2016. Lo prevede eMarketer. Nel 2018 più di metà dei telefonini mobili in circolazione sarà composto da smartphone, in crescita rispetto al 38% del 2014. Gli smartphone nel mondo hanno raggiunto 1,3 miliardi nel 2013 e 1.6 miliardi nel 2014.

Il rallentamento cinese è dovuto al passaggio dai “possessori della prima volta” agli “acquirenti della seconda volta”. La Cina non è più un mercato emergente, ma un mercato che si avvia sulla strada della saturazione. Per i vendor è l’ora di cambiare strategie: Huawei, Lenovo e Xiaomi lo sanno e stanno incamminandosi sul terreno dei Top di gamma. Altre vie sono i brand retail e l’e-commerce ai consumatori finali.

Il fatturato di Apple in Cina è aumentato del 70% in un anno al record di 16.8 miliardi di dollari del secondo trimestre. Il Ceo Tim Cook ha aperto un profilo sul social network cinese Weibo.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore