Seiko lavora sull’Oled

Management

Presentato il prototipo di uno schermo da 40 pollici basato su tecnologia Oled. Secondo Seiko sarà questo il futuro dei televisori.

Oled sta per Organic light emitting diode, una tecnologia che secondo alcuni osservatori potrebbe entro qualche anno sostituire quella Lcd e al plasma. Seiko ci crede e ha presentato il suo primo prototipo, uno schermo da 40 pollici che potrebbe essere pronto per la commercializzazione nel giro di tre anni. La tecnologia Oled, come evidenzia il suo stesso nome, impiega materiali organici ed è usata per ora soprattutto sui telefoni cellulari, su alcuni computer portatili e anche su qualche macchina fotografica. Ma il suo punto debole attualmente risiede nella durata dei materiali usati, che arriva al massimo alle 2.000 ore. Un periodo decisamente inferiore a quello garantito dai display Lcd, che arrivano sino a 10mila ore. Seiko è però convinta di riuscire a migliorare in pochi anni la tecnologia Oled rendendola realmente competitiva con le altre. Tanto da poter detronizzare sia i cristalli liquidi che il plasma. Dalla sua, la tecnologia Oled presenta diversi vantaggi, per esempio, costi di produzione inferiori e minor consumo di energia elettrica. E proprio per questo è stata già usata, con successo, nei dispositivi portatili. Altre importanti aziende, tra cui Samsung e Sony, stanno lavorando attorno a questa tecnologia. E proprio la coreana Samsung, recentemente ha presentato un proprio schermo da 17 pollici con risoluzione 1600×1200 pixel.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore