Self-driving car, Bmw si allea a Intel e Mobileye

AziendeMercati e Finanza
Self-driving cars, Bmw si allea a Intel e Mobileye
2 5 Non ci sono commenti

La partnership di Bmw con Intel e Mobileye punta a sviluppare tecnologia per le auto a guida autonoma

Bmw annuncia una partnership con Intel e Mobileye per sviluppare tecnologia self-driving car. Sui veicoli senza conducente, driverless cars, la guida è affidata ai sensori, compresi laser e radar, per “vedere” il mondo, oltre che ad algoritmi di guida autonoma gestiti dall’intelligenza artificiale (AI). Bmw, Audi e Mercedes hanno acquisito anche le mappe di Nokia Here.

Self-driving cars, Bmw si allea a Intel e Mobileye
Self-driving cars, Bmw si allea a Intel e Mobileye

Secondo gli esperti di Automotive, le auto a guida autonoma renderanno più sicure le strade minimizzando il rischio di incidenti. Oggi 1.3 milioni di persone muoiono ogni anno per incidenti stradali. L’intelligenza artificiale dovrà avere il potere di stabilire cosa è giusto o errato in ogni circostanza, ma non in maniera autonoma. Secondo il New York Times, i produttori e i legislatori dei vari Paesi all’interno delle normative delle cosiddette auto “self-driving” avranno la maggior voce in capitolo.

BMW è stata cliente dell’israeliana Mobileye, come General Motors e Tesla Motors.

In un sondaggio di Cnbc, gli americani dicono di fidarsi delle auto a guida autonoma, ma se a realizzare i “cervelli” delle self-driving cars saranno i protagonisti della rivoluzione digitale e dalle Big IT invece che le aziende automobilistiche.

Quando le persone entrano in un salone automobilistico, s’informano più sul software che sulla potenza della vettura. I consumatori, ormai utenti evoluti di smartphone, stanno cambiando il mercato dell’Automotive. E Bmw e Intel corrono ai ripari.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore