Selta, focus sul mercato e forte impegno nella ricerca

NetworkProvider e servizi Internet

Il Gruppo si rivolge a imprese, operatori dei telecomunicazionee public utility con soluzioni innovative e integrate

Fatturato 2003 chiuso a quota 53,1 milioni di euro. Previsioni di crescita per il 2004 pari a circa il 10%, con l’obiettivo dei 58 milioni di euro di fatturato. Tre settori operativi: sistemi di comunicazione per le aziende, soluzioni per l’accesso a banda larga destinate principalmente agli operatori di telecomunicazione, sistemi di controllo e automazione pensati per le esigenze delle public utility, le società che si occupano dell’erogazione di servizi quali l’energia elettrica, il gas, l’acqua e trasporti. Questa l’istantanea di Selta, società che opera dall’inizio degli anni ’70 e che nel tempo ha saputo sia rinnovarsi, sia consolidare il suo ruolo sul mercato italiano e internazionale. Selta dispone di due centri nei quali si effettuano la ricerca e lo sviluppo e anche la produzione: a Cadeo, in provincia di Piacenza, dove è anche il quartier generale, e a Tortoreto Lido in provincia di Teramo. “Oggi circa il 40% del nostro business ? spiega Carlo Tagliaferri, vice presidente e amministratore delegato di Selta ? è generato nel settore dei sistemi di comunicazione per le imprese, il 25% dalle soluzioni per l’accesso a larga banda e il 35% dai sistemi destinati alle public utility”. Mercati Proprio il settore dei sistemi di controllo e automazione per le public utility rappresenta il mercato storico di Selta, per la quale continua a rappresentare valore fondamentale ad alto carattere di specificità: “siamo oggi i primi in Italia nella progettazione, realizzazione e fornitura di questo tipo di soluzioni e abbiamo un’ottima posizione anche sui mercati europei”, dice Tagliaferri. In particolare, Selta ha messo a punto soluzioni che consentono l’automazione delle cabine elettriche, Enel ne ha circa 80mila in tutto il Paese basate sulla tecnologia della società di Cadeo. Anche le cosiddette municipalizzate sono per Selta un mercato importante in quanto dinamico, perché alla ricerca di soluzioni capaci di supportare l’erogazione di servizi di alta qualità ai cittadini e alle imprese. Nel segmento delle soluzioni di rete e comunicazione per le imprese Selta propone un’offerta ampia, capace di soddisfare le esigenze della grande impresa come quelle del singolo professionista. “Alla base della nostra strategia in questo mercato ? spiega Tagliaferri ? c’è la convergenza dei servizi di comunicazione sulle reti Ip. Strategia nella quale crediamo fino dal 2001 e che oggi prende maggiore corpo grazie al fatto che pare proprio essere arrivato il momento delle soluzioni VoIp (voce su InternetPprotocol, ndr) sulle quali siamo fortemente attivi”. A fianco delle soluzioni per le reti Ip, Selta propone una famiglia di applicazioni per il mondo dell’enterprise communication, quindi convergenza delle diverse forme di comunicazione e non solo degli strumenti, delle tecnologie abilitanti e delle infrastrutture. Più recente per Selta è la presenza nel settore delle soluzioni di accesso destinate al mercato dei fornitori di servizi di telecomunicazione. La società sviluppa dispositivi di accesso che integrano funzionalità di modem Adsl, router, gateway adatti per le linee fisse. Il cliente principale in questo segmento è Telecom Italia. Ricerca e sviluppo Un terzo delle persone che lavorano per Selta si occupano di ricerca e progettazione. “Investiamo in ricerca e sviluppo circa il 12% del nostro fatturato annuo e abbiamo sviluppato negli ultimi anni una maggiore attenzione verso la l’importanza dei brevetti ? spiega Tagliaferri -. Lo scorso anno infatti abbiamo avviato le procedure per la registrazione di sei nuovi brevetti in campi come l’elaborazione del segnale, la convergenza applicata ai processi di automazione e, più in generale, nell’ambito delle infrastrutture Ip”.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore