SEM+ trova investotori negli Stati Uniti

AziendeMarketing
I fondatori di SEM+
0 0 Non ci sono commenti

SEM+ ha raccolto il primo investimento da Plug&Play, un noto incubatore della Silicon Valley. Si sta specializzando in schermi flessibili, di grande interesse nella Wearable technology

L’italiana SEM+ ha raccolto il primo investimento da Plug&Play, un noto incubatore della Silicon Valley. SEM+ è nata da un’idea di Alessandro Levi, Silvano Furlan e Matteo Piovanelli che hanno stretto conoscenza nel corso del dottorato presso il Centro di Micro-Bio Robotica dell’Istituto Italiano di Tecnologia (IIT), costituito quattro anni fa a Pontedera (Pisa), non lontano dalla Scuola Superiore S. Anna per promuovere la sinergia tra i due centri di ricerca. Selezionata nel 2012 SEM+ per partecipare a SeedLab, è l’occasione per entrare in contatto con Plug&Play che si dimostra subito interessata ad aiutare lo sbarco di SEM+ negli USA con un investimento iniziale. “Per primi abbiamo intuito il valore di SEM+, aiutandone lo sviluppo attraverso il programma SeedLab”, commenta Mauro Odorico di TTVenture, fondo di Venture Capital di Fondamenta SGR. “Oggi vediamo con estremo interesse questa evoluzione internazionale di un progetto imprenditoriale ad alto potenziale di crescita che ha permesso alla start-up di suscitare l’interesse non solo di investitori italiani ma anche americani”.

I tre giovani ricercatori hanno realizzato una tecnologia innovativa, Sensing ElectroMagnetic Plus, brevettata dall’IIT, per rendere touch gli schermi flessibili di nuova generazione, display di grande interesse nell’arena della Wearable technology. Il prodotto è semplice, robusto e multi-touch perché sensibile alle pressioni dei diversi tocchi, inoltre è in grado di rendere più naturale l’interazione tra gli utenti e le superficie flessibili o curve. L’applicazione degli schermi flessibili spazia dall’elettronica di consumo agli indumenti, dai robot soffici fino alla rilevazione della postura in campo riabilitativo.

SEM+ si è costituita come società americana, a poche settimane dalla vittoria dell’Intel Business Challenge Europe, tra le più importanti competizioni di startup nel vecchio continente.

Iniziamo ora una nuova fase del nostro percorso che crediamo ci porterà ad importanti successi commerciali dopo aver tanto investito in ricerca e innovazione”, sottolinea Alessandro Levi di SEM+. “Con Plug&Play stiamo ora iniziando a raccogliere l’interesse di investitori internazionali e persone di provata esperienza nell’ambito hi-tech che ci aiutino a costruire un solido business model e arrivare sul mercato con i nostri prodotti”.

I fondatori di SEM+
I fondatori di SEM+
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore