Sempre più Internet e meno tv e giornali

Network

Una ricerca di Scarborough, mette in evidenza i cambiamenti dei gusti del pubblico con la diffusione della Rete

Il crescente interesse su Internet, sta portando via del pubblico ai media tradizionali come quotidiani, radio e televisioni. Uno studio dello Scarborugh Research su un campione di oltre 2000 adulti, ha constatato che il 48% degli statunitensi ha utilizzato Internet nellarco dei 30 giorni precedenti allinchiesta. Il 23% degli intervistati ha ammesso di guardare la tv meno frequentemente, dopo aver iniziato a navigare online. Anche gli altri media però risentono dello sviluppo del Web il 20% ha dichiarato di leggere meno le riviste, il 15% legge meno i quotidiani e il 9% ascolta di meno la radio. Bob Cohen, presidente di Scarborough Research, commenta così i risultati Mentre la maggior parte del pubblico non cambia le sue abitudini rispetto ai media tradizionali, dobbiamo rilevare che una percentuale sostanziosa ha modificato le sue abitudini. In un arco di tempo relativamente breve, molti statunitensi hanno adottato nuovi canali per reperire le ultime novità, fare i loro acquisti e usufruire di offerte dintrattenimento. Cohen si è anche detto certo che lappeal dei media online continuerà sempre più in parallelo alla diffusione dei collegamenti nelle case dei privati. Nellinchiesta si è anche appurato che il 90% delle persone ha sistemato tv e pc nella stessa stanza, ma è questultimo ad essere utilizzato di più e nel 27% dei casi, gli adulti tra i 18 e i 34 anni, navigano e guardano la tv contemporaneamente, molto spesso o sempre. Nella ricerca è emerso inoltre che lutilizzo dei media in streaming è in netto aumento, il 42% degli intervistati ha ascoltato o visto clip in streaming negli ultimi 30 giorni.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore