Sempre più musica sui cellulari

AccessoriWorkspace

Secondo l’analisi di Gartner, entro il 2010 si spenderanno oltre 32 miliardi
di dollari per scaricare musica sul telefono cellulare

E’ in costante crescita il mercato della musica scaricata sui cellulari. Per il 2007, Gartner si attende un fatturato di 13.7 miliardi di dollari. Previsti 32.2 miliardi entro il 2010. Risultati che non risentono in alcun modo della competizione tra i vari player di musica digitale e tra i diversi carrier di telecomunicazioni che rilasciano questi servizi. E’ un mercato che esiste dal 1998, sottolinea Gartner, e da allora è diventato sempre più complesso, composto non solo da musica nel senso proprio della parola, ma anche da suonerie via via più sofisticate. Si tratta del secondo più importante servizio mobile in termini di utilizzo e di fatturato, dietro solo agli Sms. La crescita, affermano gli analisti, sarà guidata essenzialmente da due fattori: personalizzazione e intrattenimento. La suoneria, per esempio, è un modo per personalizzare il proprio cellulare, mentre l’ascolto della musica va considerato alla stessa stregua di quella ascoltata attraverso un qualsiasi lettore Mp3, come l’iPod. Saranno comunque una serie di fattori ad alimentare un flusso sempre maggiore di fatturato, assicurano gli esperti. Ne è una prova il recente lancio di iPhone da parte di Apple, un apparecchio che riunisce in sé molteplici funzioni. Il consumo di questi servizi, varia da regione a regione. L’Asia Pacifico è quella che registra la percentuale più elevata: nel 2005 rappresentava, assieme al Giappone, il 41% del comparto. La spesa di questa area diminuirà nei prossimi anni, ma rimarrà dominante. Nel 2010, l’Europa Occidentale dovrebbe attestarsi su un fatturato di poco superiore a 9 miliardi di dollari, mentre il Nord America raggiungerà i 7 miliardi.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore