Sempre più server si affidano ad Avocent

CloudServer

I service processor manager MergePoint 5200 di Avocent supportano altri
modelli di server e ampliano le funzionalità di gestione dell’infrastruttura It.

Avocent annuncia che la famiglia di MergePoint 5200 supporta ora una gamma di server più vasta, ampliando le funzionalità di gestione dell’infrastruttura It, a favore degli amministratori di data center che hanno bisogno di mantenere le operazioni aziendali sempre in funzione. L’elenco dei service processor supportati si allunga con Sun Ilom, Dell DRAC 5 e i BladeCenter di Ibm. ?Se il monitoraggio dello stato di salute dell’hardware ? a fferma Dario Cosentino, responsabile tecnico di Avocent – è un elemento importante dei service processor, oggi la possibilità di gestione dell’alimentazione ha catturato l’attenzione dei nostri clienti??. I MergePoint sfruttano i service processor, i chip integrati all’interno di quei server progettati per essere gestiti con un sistema che risulti essere indipendente dal processore principale da cui dipende il sistema operativo. La tecnologia usata può essere complementare agli strumenti in-band di gestione del server, permettendo il controllo remoto della alimentazione del server, il monitoraggio dell’hardware e gli allarmi a favore di una maggiore disponibilità del server stesso. Ciò dovrebbe garantire, sostiene Avocent, maggiore sicurezza, installazione semplificata e minori costi.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore