Senza crisi il mercato dei giochi online

AziendeManagementMercati e Finanza
Poker online

Nel 2011 gli italiani per i giochi online con vincita in denaro hanno speso 735 milioni di euro, una cifra del calibro del settore cinema, calcio, teatro. Il mercato dei giochi online è senza crisi, che registra un incremento del 7% rispetto al 2010. Il mercato è stato analizzato nella ricerca dell’Osservatorio Gioco Online, promosso dalla School of Management del Politecnico di Milano, dall’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato e da Sogei. Ogni mese i giocatori online attivi sono meno di 800.000. L’identikit dei giocatori online è il seguente: uomini (86%), residenti al Centro-Sud; fascia d’età fra i 25 e i 44 anni; i due terzi di essi spendono meno di 50 euro al mese

Nel 2011 la raccolta online ha messo a segno il raddoppio, passando da 4,8 a 9,85 miliardi di euro. A trainare il mercato è stata l’introduzione dei giochi di carte organizzati in forma diversa dal torneo e dei giochi di sorte a quota fissa, a distanza (Poker cash e Casinò games). Lo Stato ha puntato su questo settore di gioco, fino a d allora confinati nell’illegalità. In caduta verticale sono invece i giochi tradizionali (Scommesse sportive, Poker a torneo, Bingo, Scommesse ippiche e Concorsi a pronostico eccetera): in calo del 24%, passano da 4,8 a 3,6 miliardi di euro.

La spesa netta comunque cresce nel 2011 del 7% a quota 735 milioni di euro. Poker in modalità cash e Casinò games hanno generato nel 2011 una spesa di 177 milioni di euro(pari al 24% del totale), ne trainano la crescita. Il Poker a torneo èp invece in diminuzione del 32%, in parte cannibalizzato dal Poker in modalità cash. In calo del 2% anche le Scommesse sportive (prive dei grandi eventi come successo nel 2010) e altri giochi tradizionali come per esempio le Scommesse ippiche e i Concorsi a pronostico.

Poker online
Poker online e giochi online a vincita sotto la lente dell'Osservatorio del Politecnico di Milano

Su base geografica, la spesa è così dislocata. Al Centro e al Sud il tasso di penetrazione è superiore al 20%, mentre al Nord è pari al 13%. Nel 2011 gli introiti per lo Stato derivanti dai Giochi online sono invariati rispetto al 2010: si tratta di 200 milioni di euro. In Italia sono 2,6 milioni gli utenti Internet che hanno partecipato almeno una volta online a giochi con vincita in denaro (che chiamiamo i giocatori online) ma meno dei due terzi (circa 800.000) quelli che in media hanno giocato in un mese nella seconda metà del 2011. Ciascuno di questi movimenta all’interno del mese sostanzialmente un conto, dunque non è vero che ci sono giocatori attivi simultaneamente su più conti gioco.

I giocatori online italiani nella fascia d’età fra i 25 ed i 44 anni sono la maggioranza: rappresentano il 60% dei giocatori online totali (mentre la fascia d’età pesa solo per il 34% della popolazione italiana maggiorenne). Sfiora il 50% la percentuali dei giocatori online residente al Sud Italia (Isole comprese) e, aggiungendo quelli residenti al Centro, arriviamo al 70%.

I due terzi dei giocatori online attivi in un mese spendono meno di 50 euro. Più nel dettaglio: il 39% spende molto poco, meno di 25 euro, il 14% spende tra i 25 e i 50 euro e il 13% chiude il mese facendo registrare una vincita.

Ma di quali canali si servono i giocatori online? Dei 69 operatori censiti a febbraio emerge che 2012, 57 hanno una pagina sui principali Social Network (Facebook, Twitter, Linkedin e Google+), con un incremento del 128% rispetto a un anno fa, in cui erano solamente 25. Trenta sono presenti sia su Facebook che su Twitter. Crescono gli operatori del gioco online che stanno sperimentando il Mobile: il canale Smartphone vede 18 tra i 69 operatori censiti con almeno un’iniziativa per Smartphone (sito Mobile o App). Otto hanno scelto il Web Mobile, 6 esclusivamente l’App su Application store e 4 hanno scelto una “formula ibrida”, sia un sito Mobile che almeno un’Applicazione. Ammontano a 19 le App complessivamente censite (in media quasi due per operatore), tutte scaricabili gratuitamente, di cui 17 prodotte nella versione iOS per iPhone, 7 per Android e 5 nella versione iOS per iPad. Un terzo delle Apps permette di registrarsi al servizio di gioco direttamente dalla piattaforma mobile e circa la metà sono Applicazioni Real Money (quindi consentono di giocare con denaro). Dei 10 siti Mobile censiti, 6 consentono la registrazione del giocatore e 9 permettono di giocare a soldi online. Il segmento Smartphone, rispetto alla percentuale della Spesa dei giocatori italiani generata su questo canale, è oggi ancora marginale: è all’1%, ma la crescita c’è.
Ancora in fase embrionale, anche le Connected Tvrappresentano una nuova frontiera per gli operatori del Gioco Online.

Gambling e poker online
Una ricerca sui giochi online a vincita di denaro
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore