Serious Sam The Second Encounter

Management

Torna Sam e con lui una nuova scarica di adrenalina. Prendete fiato vi servirà!

Dopo lo straordinario successo di The First Encounter, cerano pochi dubbi sulluscita di un seguito. Quello che per non era preventivato, era il fatto che il seguito superasse per qualit il suo predecessore. Torna dunque Sam e con lui, sulla falsariga del Doom dei bei tempi andati, torna lo sparatutto 3D pi frenetico che la storia dei videogiochi ricordi. Chi ha giocato al primo episodio sa gi cosa pu aspettarsi una grafica eccezionale, enormi livelli, armi cattive e accattivanti, una quantit incredibile di mostri e, soprattutto, una continua scarica di adrenalina. La trama c, ma, come facilmente intuibile ha il solo scopo di collegare tra loro i diversi livelli di gioco. Livelli che, questa volta, non sono basati su di ununica ambientazione (lantico Egitto in The First Encounter), ma coprono i luoghi delle civilit pre-colombiane nel Centro America, lantica Babilonia e, infine, unEuropa medievaleggiante. Le scenografie sono splendide, realizzate da un motore grafico che era gi di primordine nella prima edizione e che stato ulteriormente raffinato. Texture (le immagini che coprono i poligoni) immense e superlativi effetti di illuminazioni dinamiche rendono questo The Second Encounter davvero realistico e suggestivo, tanto nei claustrofobici e angoscianti interni, quanto negli sterminati livelli allaperto. Senza contare che, su una macchina di media potenza, anche nei momenti di massimo affollamento, la fluidit si mantiene piuttosto buona (e, comunque, c una miriade di opzioni per scalare il livello di dettaglio). Anche larchitettura dei livelli stata di gran lunga arricchita, conferendole cos un vero e proprio spessore strategico, soprattutto se vista in combinazione con le diverse tipologie di avversari presenti nel gioco. Debuttano tre nuovi mostri, tra i quali spiccano gli uomini dalla testa a zucca (ebbene s!) dotati di una motosega che brandiscono ferocemente. La stessa motosega (omaggio a Doom?) entra per anche nellarsenale del giocatore, insieme a un fucile da cecchino di grosso calibro con un mirino 8x e un lanciafamme, larma definitiva per gli scontri a breve distanza, realizzata in modo magistrale. Per il resto rimane anche nel Second Encounter il tratto distintivo del capostipite unazione incessante ed estenuante, tra imboscate nel buio e scontri campali su grandi distese, con veri e propri sciami di mostri che si gettano allimpazzata contro di voi. Gli sviluppatori di Croteam hanno nuovamente dimostrato il loro talento al di l di ogni possibile dubbio, con un gioco avvincente, tecnicamente ai vertici delle possibilit di un PC e capace di regalare pi di un brivido. Uno dei pochi giochi in grado di sfinirvi anche fisicamente… Tutto in italiano, parlato compreso.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore