Serve un colpo d’acceleratore nell’utilizzo Ict nella Pa

Autorità e normative

Il direttore generale del Cnipa chiede un maggiore sforzo finanziario complessivo. Intanto a Forum PA si è parlato di Unified Communication al Comune di Roma

Caterina Cittadino, direttore generale del CNIPA-Centro Nazionale per l’Informatica nella Pubblica Amministrazione, al Forum PA 2008, sollecita l’impiego dell’Ict nella Pubblica Amministrazione: “Serve un forte colpo d’acceleratore nell’utilizzo delle tecnologie dell’informazione e comunicazione (ICT) dato il loro ruolo fondamentale per la crescita e la competitività del Paese. In tale direzione anche la Pubblica Amministrazione ha già posto in essere i presupposti (strumenti e norme) necessari per contribuire al conseguimento di questo obiettivo“.

Nonostante il Sistema Pubblico di Connettività e Cooperazione-SPC, una delle più grandi infrastrutture digitali pubbliche nel mondo, l’e-Government non ha ancora conseguito risultati corrispondenti ai massicci investimenti profusi e al consistente sforzo organizzativo. Per superare tale situazione negativa, il direttore generale del CNIPA ha posto come essenziale che «la P.A. si dia come obiettivo prioritario quello di fare sistema e di agire come sistema».

In sostanza, secondo Caterina Cittadino, «è necessario mettere mano ai processi ed ai modelli operativi, ossia organizzare con ruoli e competenze definite le amministrazioni che si occupano di ICT; promuovere nuove meto-dologie di confronto ed interazione fra gli operatori (community); pianificare lo sforzo finanziario complessivo; definire i settori strategici su cui intervenire per evitare la dispersione di denaro e di sforzi ed operare nella logica di grandi progetti; prefigurare forme di valutazione di impatto, monitoraggio e controllo dei risultati».

Intanto a Forum PA si è parlato di Unified Communication al Comune di Roma

Il sistema unico di controllo

, attraverso il quale dialogare con la Pubblica Amministrazione, semplifica la comunicazione tra cittadini e Pa

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore