Server: Ibm prima, Dell incalza. Ma la sorpresa è Linux

Workspace

I dati Idc sulle vendite di server nel terzo trimestre incoronano Big Blue seguita da HP. Ma la vera sorpresa è il Pinguino che raggiunge la quota di un miliardo di dollari nel trimestre

Ecco i risultati di Idc sulle vendite a livello mondiale dei server nel terzo trimestre: comanda la classifica per fatturato Ibm, al secondo posto si piazza Hewlett-Packard, seguita da Sun Microsystems e Dell, insieme sul terzo scalino del podio. In un mercato dei server che registra una crescita a livello mondiale del 5,5% nelle vendite, per 11,5 miliardi di dollari, a dominare secondo i dati Idc è sempre Ibm: con un ssignificativo +6,3% a 3,4 miliardi di dollari, conquista uno share del 31,7%. Al secondo posto si attesta Hp, che incrementa il fatturato da da 3 a 3,1 miliardi di dollari, seguita da una coppia di player al terzo posto: Sun Microsystems e Dell, con Sun leggermente superiore. Sun registra un fatturato di 1,18 miliardi di dollari in crescita dello 0,1%, mentre Dell raggiunge quota di 1,17 miliardi a fronte di un balzo pari al 14,1%. Tra i top five l’ultimo posto spetta a Fujitsu, forte di un incremento del 4,4% a 714 milioni di dollari. Ma la vera sorpresa è Linux: con un incremento nelle vendite strepitoso del +42,6%, contro la crescita del 13,3% dei sistemi Windows, Linux supera il miliardo di dollari nel trimestre, attestandosi a quota 1,06 miliardi. Sul valore complessivo delle vendite dei server a livello globale nel terzo trimestre, Linux ha quindi pesato per il 9%.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore