Server: testa a testa fra Windows e Unix

Workspace

Idc fotografa la crescita dei sistemi operativi Windows e Linux, contro Unix

I dati di Idc illustrano la crescita del mercato dei server, dove per la prima volta l’incremento della penetrazione di Windows mette in difficoltà Unix. Nel 2005 i server Windows hanno generato un giro d’affari di 17,7 miliardi di dollari, contro i 17,5 miliardi di dollari dei server Unix. Per la prima volta il sistema operativo di Microsoft è testa a testa con Unix, anzi è in lieve vantaggio. Anche Linux ha comunque messo il turbo grazie a Z/Os sui mainframe Ibm: i server Linux sono cresciuti dai 4.3 miliardi di dollari del 2004 ai 5,3 miliardi di dollari del 2005. Il mercato dei server nel complesso ha registrato un incremento del 4,4% a 51.3 miliardi di dollari, secondo Idc (mentre secondo Gartner, del 4,5% a quota 49,5 miliardi di dollari). Infine, uno sguardo alla classifica dei top vendor: Ibm è al comando con il 32.9% di quota di mercato e 16,9 miliardi di dollari di fatturato, ma è incalzata da HP (con l’8,9% di crescita a quota 14,2 miliardi di dollari) e da Dell (con incremento del 13.3% pari a 5,3 miliardi di dollari). Quarta è Sun, ancora in declino a 4,9 miliardi di dollari (ma Galaxy e Niagara potrebbero invertire la tendenza nel 2006), seguito dai server di fascia bassa (dove Opteron conquista il 14,3% dei server x86). Un buon andamento è messo a segno infine dai server Blade: in crescita dell’84% a 2.11

miliardi di dollari nel 2005.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore