Sette nuovi Blackberry per il rilancio di Rim

AziendeMarketing
Chi vuole acquisire Rim

I Ceo di Rim rispondono agli azionisti. La strategia del produttore del Blackberry per recuperare il terreno perduto nel mercato smartphone

L’incontro con gli azionisti, che accusavano i co-ceo di Rim, Jim Balsillie e Mike Lazaridis, di aver fallito contro Google e Apple, si è risolto per ora con un compromesso: Lazaridis ha detto di essere convinto che con le nuove uscite, Blackberry riconquisterà le posizioni perdute. Gli azionisti dicono che Rim è innovatrice ma incapace di vendere le sue novità. BlackBerry App World ha appena registrato il primo miliardo di download, ma tutti parlano solo della concorrenza App Store e di Android Market.

I ritardi hanno eroso circa il 50% del valore azionario di Rim nel 2011. Ma Rim chiede di aver pazienza perché ha in cantiere ben sette nuovi Blackberry, molti dei quali misteriosi tranne i due prossimi Bold. Dovrebbero tutti raggiungere gli scaffali in tempo per lo shopping natalizio, quando però Rim dovrà affrontare un aggresso Windows Phone 7.5 (Mango), e soprattutto i primi Nokia Phone 7 (Nokia vorrebbe spendere circa 127 milioni di dollari in marketing).

Sul fronte tablet, Blackberry Playbook ha venduto 500 mila unità in un trimestre ma ha ricevuto revisioni contrastanti, e soprattutto le maggiori critiche sono rivolte a Blackberry App World, anche se il Playbook potrà accedere alle apps Android. A questo punto Rim ripone tutte le sue speranze in sette nuovi Blackberry.

Blackberry App World a quota un miliardo di download
Blackberry App World a quota un miliardo di download
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore