Settimana decisiva per Apple, fra il nuovo iPhone SE e il verdetto in tribunale

MobilitySmartphone
Settimana decisiva per Apple, fra il nuovo iPhone SE e il verdetto in tribunale
0 0 Non ci sono commenti

Il nuovo iPhone SE da 4 pollici è dedicato al segmento mid-range e a chi desidera uno smartphone tascabile, ma senza rinunciare alla qualità. Apple è anche alla vigilia della sentenza sul caso che la contrappone all’FBI

Oggi è una giornata particolare per Apple. L’azienda è a un bivio importante: da una parte, alla vigilia del verdetto in tribunale sul caso dell’iPhone al centro dello scontro con l’FBI; e dall’altro, l’azienda di Cupertino fra poche ore lancerà iPhone SE, il primo modello mid-range con cui Apple va all’attacco di un segmento del mercato smartphone, finora nelle salde mani dei vendor Android. Inoltre, quasi il 40% dei possessori di iPhone ha un vecchio modello di iPhone da 4 pollici: l’upgrade è auspicabile.

Partiamo da iPhone SE, che sarà svelato fra poche ore (ITespresso seguirà l’evento dalle 18 in poi): il nuovo smartphone sarà un modello con caratteristiche di alta qualità, ma schermo da 4 pollici, dedicato al mercato mid-range e a chi desidera uno smartphone tascabile, senza però rinunciare ai requisiti delle edizioni più recenti. L’SE potrebbe essere un mix fra il 6 e il 6S, ma racchiuso nel corpo dell’iPhone 5.

Settimana decisiva per Apple, fra il nuovo iPhone SE e il verdetto in tribunale
Settimana decisiva per Apple, fra il nuovo iPhone SE e il verdetto in tribunale

Il mercato smartphone ha archiviato il 2015 registrando un nuovo record con 1.43 miliardi di unità vendute, in crescita del 10.1%.
Fra i top vendor, Samsung mantiene lo scettro, in crescita del 2,1%, detenendo il market share del 22,7%; segue Apple al secondo posto, con un tasso d’incremento del 20,2%, con quote di mercato pari al 16,2%. Ma nell’ultimo trimestre, Apple ha mostrato segni di rallentamento: ha venduto 74.8 milioni di iPhone, solo 300 mila in più dell’anno scorso. Un modello mid-range, come iPhone SE, potrebbe aiutare le vendite di Apple, nel primo trimestre di “presunto rallentamento” dal lancio di iPhone nel 2007.

Questa serà l’appuntamento è con il nuovo iPhone SE e un nuovo iPad, mentre domani l’appuntamento è in tribunale: ferve l’attesa per il faccia a faccia fra l’azienda guidata dal Ceo Tim Cook e l’FBI, dopo settimane di schermaglie sulla crittografia, la privacy e la sicurezza nazionale. Apple ha incassato il sostegno di decine di aziende (fra cui Microsoft e Google, Facebook e Twitter), oltre a quello dell’ONU, degli esperti di crittografia forte e di Edward Snowden, l’acerrimo nemico di NSA; l’FBI ha invece l’appoggio del Presidente Barack Obama e del filantropo Bill Gates.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore