Si diffonde la minaccia di virus per telefoni cellulari e palmari

firewallSicurezza

Gli esperti avvertono i telefoni cellulari e i palmari stanno diventando il nuovo bersaglio dei creatori di virus

Gli esperti di antivirus prevedono che entro il 2005 gli utenti di una o più reti per la telefonia mobile saranno stati colpiti da programmi maligni progettati per sfruttare le falle di sicurezza sui dispositivi portatili. Entro la suddetta data gli esperti ritengono che i telefoni cellulari di terza generazione saranno ampiamente diffusi e i palmari saranno più potenti, suscettibili agli stessi virus che infettano i computer desktop. Sono già stati creati virus che sfruttano le vulnerabilità dei telefoni cellulari e dei palmari, ma la maggior parte si è rivelata inoffensiva. Due di questi colpiscono i palmari Palm. Il primo, chiamato Liberty, cerca di cancellare tutte le appliacazioni del dispositivo, ma non è in grado di passare da un Palm ad un altro. Il secondo, conosciuto come Phage, è stato riscontrato solo in laboratorio. Un virus e-mail, chiamato Timophonica, comparso in Spagna, cerca di inviare messaggi di testo a numeri casuali di telefoni cellulari ma non si diffonde via palmare. Una delle più serie epidemie si è verificata in Giappone nel giungo 2000. Gli utenti ricevevano e-mail appariscenti che invitavano a cliccare su un link ad una pagina web inserito nel testo del messaggio. Ogni volta che qualcuno apriva il link, questo componeva il numero telefonico 119, il numero dellemergenza sanitaria giapponese, che venne rapidamente sommerso di telefonate. Gli esperti credono che questi incidenti siano solo un assaggio di quello che verrà. I creatori di virus seguono la massa critica, vogliono colpire il più alto numero di persone possibile sostiene Sal viveros, portavoce del produttore di antivirus Network Associates. Secondo Viveros il rischio di un virus che infetti migliaia di telefoni cresce quanto i dispositivi diventano più sofisticati. Le reti per i telefoni cellulari stanno rapidamente adottando tecnologie standard che rendono loro più semplice fornire servizi multimediali. Ma questi cambiamenti rendono i telefoni più vulnerabili ad alcune tecniche di infezione utilizzate dai virus dei computer desktop. Molti non si rendono conto che questi apprecchi saranno molto più simili a computer che a telefoni dice Viveros.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore