Si è tenuta a Roma eGovernment Conference 2002

Workspace

I dati di IDC eGovernment settore trainante in Europa

Sar leGovernment il settore sul quale punteranno i singoli Governi e la Commissione UE in Europa Occidentale nel prossimo futuro. IDC, leader mondiale nellambito della ricerca, dellanalisi, dei servizi di marketing e di consulenza per il mercato dellInformation Technology, ha reso noti alcuni dati sul settore, evidenziando come la spesa pubblica, nei prossimi due anni, stimoler la crescita dei servizi IT correlati in Europa. Obiettivo dellevento, la proposta di un intervento di coordinamento da parte del Governo affinch vengano rese disponibili reti e servizi ad alte prestazioni, favorendo il dialogo delle parti sulle necessit di infrastrutture e territorio. Gli analisti IDC ed i maggiori attori del settore dellInformation Technology si sono confrontati con esponenti del Governo e con il Top Management della Pubblica Amministrazione, esaminando gli sviluppi e le prospettive degli Enti Pubblici a livello nazionale ed internazionale. Ezio Viola, Group Vice President General Manager, IDC Southern Europe ha introdotto i lavori fornendo la propria visione dello scenario internazionale. Il nuovo piano di azione per lo sviluppo delleGovernment da parte della Commissione Europea eEurope 2005 an Information Society for All, approvato nel maggio di questanno, stabilisce obiettivi e scadenze che riguardano lo sviluppo di nuovi servizi e le infrastrutture di rete degli Enti. Per Viola fondamentale la realizzazione di sistemi di eGovernment a livello nazionale che garantiscano linteroperabilit in unottica pan-europea, evitando limpatto negativo che pu avere la situazione economica generale sui fondi per leGovernment stanziati dai Governi europei il processo di modernizzazione della Pubblica Amministrazione con lutilizzo delle tecnologie strategico per i paesi e le loro economie ed in particolare per lItalia. In Italia, il miglioramento delle infrastrutture di rete, che porter ad un incremento del numero di utenti Internet in grado di accedere ai servizi offerti dalle Pubbliche Amministrazioni, rappresenta la condizione necessaria per uno sviluppo completo del processo di eGovernment. Dallo studio IDC IT Services for eGovernment in Western Europe, 2001-2006, di prossima pubblicazione, emerge che in Italia le tecnologie Internet hanno conosciuto una diffusione piuttosto lenta presso le famiglie e le imprese, se paragonata al resto dEuropa. Rapportando, inoltre, la spesa per investimenti in Information Technology della Pubblica Amministrazione sul PIL nazionale agli altri paesi europei, lItalia si trova distanziata di pi punti percentuali rispetto ad altri paesi. La necessit di ulteriori investimenti per estendere larea di applicazione delleGovernment rendendone i servizi accessibili ad ampie fasce della popolazione tuttavia lelemento comune che emerge dai dati IDC relativi a ciascun paese europeo. La percentuale dei cittadini che utilizza la rete e ha accesso a linee ISDN e alla banda larga sono infatti, secondo IDC, i reali indicatori della propensione alla richiesta di iniziative in tema di eGovernment. I recenti interventi a livello centrale e regionale e le proposte di stanziamenti per lo sviluppo futuro della banda larga in Italia potranno contribuire, secondo IDC, a colmare il gap in tempi relativamente brevi.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore