Si inasprisce la lotta ai ladri di identità

CyberwarSicurezza

Nasce una coalizione di compagnie di e-commerce e produttori di applicazioni per la sicurezza.

Rispondendo alle crescenti generalizzate preoccupazioni per i ladri di identità, si è formata una coalizione di compagnie di sicurezza e rivenditori online, che hanno dichiarato questa settimana l’intenzione di condividere tra di loro sempre più informazioni e di rispondere sollecitamente agli episodi di frode. La coalizione, supportata dalla Information Technology Association Of America, conta fra i suoi membri Amazon.com e eBay, oltre a Visa, Microsoft, McAfee e diversi provider di applicazioni per la sicurezza. Mentre la ITAA sostiene che la maggior parte dei crimini perpetrati dai ladri di identità non coinvolgano internet, il gruppo ritiene invece che gli utenti web debbano essere maggiormente tutelati e assicurati sul fatto che le compagnie si stiano attivamente occupando di arginare il fenomeno della sottrazione di dati relativi alle carte di credito e altri furti di informazioni personali. Harris Miller, presidente dell’ITAA fa rilevare che le persone sembrano sempre più spaventate dall’eventualità di furto di identità su internet, a suo parere immotivatamente e: «Questo può inibire seriamente la crescita dell’e-commerce». La coalizione si propone di ottenere dai legislatori pene più severe per i furti di identità e ha in progetto una campagna per istruire su come difendersi da tali furti. Inoltre, il gruppo ha annunciato di voler documentare e condividere una maggiore quantità di informazioni sulle nuove forme di frode.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore