Sicurezza 7/7: Consigli alle Università hackerate, Il Phreaking e il giornalismo hacker, I rischi del Jailbreak di iPhone

CyberwarMarketingSicurezza

Kaspersky Lab Italia suggerisce di non prendere sotto gamba la sicurezza IT alle 18 Università italiane, finite nel mirino dell’hacking. In Gran Bretagna è rovente polemica sull’hacking journalism. I timori di Websense legati al jailbreak dell’iPhone

Consigli alle Università hackerate: “Dopo il caso Sony e il caso Sega ora tocca alle Università italiane. E’ bastato un semplice attacco per far saltare la sicurezza e la privacy di migliaia di studenti e professori  e per dimostrare come aziende e istituzioni non posseggano un livello di protezione adeguato al pericolo che corrono” ha sostenuto Alexander Moiseev Amministratore Delegato di Kaspersky Lab Italia a seguito dell’attacco hacker a 18 Università italiane.
Sono azioni che mirano al clamore mediatico ma che mettono in luce le fragilità informatiche di istituzioni fondamentali come le Università – continua Moiseev –  sono attacchi da condannare, che ledono i diritti di tutti gli utenti della rete. Ma non sono purtroppo il pericolo peggiore. I cyber criminali tradizionali, quelli che vogliono operare nell’ombra rubando i nostri dati sensibili o utilizzando il pc a nostra insaputa, sono la vera minaccia del web”.  “Kaspersky Lab – prosegue Moiseev – può mettere in campo la propria tecnologia per evitare queste situazioni, ma quello che è necessario per attivare una lotta efficace contro il cyber crime è l’intervento di organizzazioni terze ed internazionali”.

La sicurezza non è un optional” conclude Alexander Moiseev. Perché chi risparmia sulla sicurezza in rete è come chi risparmia sui freni dell’auto: “Alla prima frenata improvvisa nascono i problemi”.

Denunciati gli attivisti italiani di Anonymous
Denunciati gli attivisti italiani di Anonymous
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore