Sicurezza 7/7: Hacking ai danni della Polizia di Stato in Italia; attacco a Barnes & Noble negli USA; Password troppo facili

AziendeMalwareSicurezza
Password sicure e memorizzabili: mai banali

L’attacco di Anonymous alla Polizia di Stato ha messo in luce la carenza di sicurezza dei server. L’attacco a Barnes & Noble negli USA mette in allarme per la sicurezza dello shopping natalizio. Il dramma delle password: serve più cura nella scelta

Hacking ai danni della Polizia di Stato in Italia: Trafugato un Gigabyte di materiale suddiviso in circa 3500 file archiviati a partire dal 1998 a oggi. Migliaia di documenti riservati, con verbali di manifestazioni e schedature di gruppi di destra e di sinistra. È stato pubblicato  sul sito di Anonymous Italia  e su altri siti come il network Paranoia un Gigabyte di materiale suddiviso in circa 3500 file archiviati a partire dal 1998 a oggi. In mezzo a email personali, buste-paga, fino a immagini porno-soft, sono state trafugate alcune migliaia di documenti riservati, con verbali di manifestazioni, circolari interne, sistemi di intercettazioni, tabulati, microspie di ultima generazione, attività sotto copertura, schedature di gruppi di destra e di sinistra, numeri di telefoni cellulari riservati.Il livello di sicurezza dei vostri sistemi, al contrario di quanto pensassimo, è davvero scadente, e noi ne approfittiamo per prenderci la nostra vendetta“, denunciano gli hacker-attivisti, già protagonisti di attacchi ai siti web del governo, dell’agenzia anticrimine italiana su diverse organizzazioni internazionali, e perfino del Vaticano.

Conoscete Anonymous? Misuratevi con un QUIZ

Anonymous contro Polizia di Stato italiana
Anonymous contro Polizia di Stato italiana 

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore