AziendeMalwareSicurezza

Sicurezza 7/7: Il mistero di Duqu, Google aiuta HotFile, Privacy su Google

duqu-scritto-in-c
0 0 Nessun commento

Svelato il giallo di Duqu. Hotfile è un cyberlocker sotto DMCA, non un pirata. ESET NOD 32 ha stilato una serie di suggerimenti e di accorgimenti da utilizzare per filtrare le informazioni disponibili sul Dashboard di Google

Il mistero di Duqu: Kaspersky Lab è riuscito a svelare il giallo di Duqu, che si comportava come StuxNet. Ha identificato il codice misterioso inglobato all’interno del malware Payload DLL, ed ha scopertp che è il trojan Duqu Framework. Duqu è stato elaborato in una forma ad hoc di linguaggio C, compilato con Microsoft Visual Studio 2008. All’apparenza appariva come un blocco di codice mai visto finora, come se fosse un linguaggio di programmazione sconosciuto. Grazie a 200 commenti sul blog e 60 messaggi di posta elettronica, Kaspersky è invece riuscita a dipanare il mistero. Dal linguaggio usato si capisce che chi lo ha creato appartiene a una “vecchia scuola” di programmatori. Forse il malware, dopo aver colpito computer e server, avrebbe voluto provare a penetrare sui telefoni cellulari od altri dispositivi.

Resta connesso, iscriviti alle nostre newsletter gratuite!

ITespresso è il sito di tecnologia dedicato a tutti coloro che sono appassionati dei trend del mercato IT, non solo di nuovi prodotti (smartphone, tablet, app innovative…) ma anche dei fenomeni che stanno cambiando il modo di lavorare: virtualizzazione, collaboration, cloud, byod. Attento alle innovazioni apportate dal mondo social, ITespresso guarda con interesse le dinamiche dei social network, da Facebook a Google, dando consigli e strumento concreti anche alle piccole e media imprese per utilizzare l’IT a vantaggio del business.

Seguici