Sicurezza 7/7: Sicurezza hotspot WiFi, Ransomware all’attacco di Mac OS X, Il Supereoe più letale

AziendeMalwareSicurezza
Os X nel mirino del Ransomware
0 0 Non ci sono commenti

I provider di connessioni Wi-Fi pubbliche e le aziende potranno continuare ad offrire accessi internet SSID aperti, offrendo all’utente connessioni automaticamente criptate e più sicure. OS X nel mirino del Ransomware. McAfee: il cyer-crime sfrutta anche i supereroi

Sicurezza hotspot WiFi: In estate cresce l’offerta di hotspot Wi-Fi, visto che gli italiani non rinunciano a smartphone tablet in vacanza. Ma il rischio sicurezza è dietro l’angolo: per essere sicuri, arriva Ruckus Wireless con Secure Hotspot. Si prevede una crescita degli hotspot pubblici del 350% entro il 2015 fino ad arrivare alla cifra  di 640 milioni a livello globale, con aumento dei rischi legati alla sicurezza. La risposta arriva da Ruckus Wireless con la tecnologia Secure Hotspot per proteggere automaticamente le comunicazioni Wi-Fi che transitano su hotspot aperti, navigando in totale libertà e senza rischi. I provider di connessioni Wi-Fi pubbliche e le aziende potranno continuare ad offrire accessi internet SSID aperti, mentre l’utente avrà la garanzia di utilizzare connessioni automaticamente criptate e più sicure.

Basata sulla tecnologia proprietaria Dynamic Pre-Shared Key (Dynamic PSK) e sfruttando le tecnologie brevettate Zero IT Activation, Secure Hotspot permette all’operatore o all’azienda di offrire un accesso criptato ai servizi Wi-Fi di una rete pubblica mediante la configurazione automatica di ciascun device secondo le informazioni richieste dalla stessa rete assieme ad una chiave pre-condivisa. Il tutto senza coinvolgere assolutamente l’utente.

Secure Hotspot si basa sulla tecnologia proprietaria Dynamic Pre-Shared Key di Ruckus e tgira con dispositivi iOS, Android e altri device mobili che vengono autenticati da Ruckus ZoneDirector nel momento stesso in cui si connettono alla rete.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore