Sicurezza, Evernote sceglie l’autenticazione a due fattori

MarketingSicurezzaSoluzioni per la sicurezza
Garantire sicurezza per l'e-commerce

Anche Evernote passa all’autenticazione a due fattori. I consigli per scegliere password non deboli

Dopo Twitter, anche l’applicazione di fascia business Evernote sceglie l’autenticazione a due fattori, oltre ad introdurre l’acceso alla history e alle apps autorizzate.

Tanti siti Web ormai richiedono password, ma non bisogna cadere nell’errore di settare password troppo facili da ricordare. Infatti, le password deboli fanno rima con un basso livello di sicurezza. Più una password è facile, più alta è la possibilità che un account sia compromesso.

Conviene utilizzare string-pass forti, difficili da indovinare e che non coincidano con parole contenute nel vocabolario: meglio combinare caratteri alfanumerici con caratteri speciali ed è buona regola non riutilizzare le password con la semplice sostituzione.

Evernote inoltre lancia la lista “Authorized Apps“, da cui si può immediatamente impedire l’accesso all’applicazione Evernote nell’eventualità di furto o smarrimento di PC o smartphone. Username e  password  saranno richiesti ogni volta in cui venga aperta un’app deattivata.

Navigate sul Web in sicurezza? Mettetevi alla prova con un Quiz!

Anche Evernote passa all'autenticazione a due fattori
Anche Evernote passa all’autenticazione a due fattori
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore