Sicurezza: Gartner prevede il triplicarsi dei rischi di vulnerabilità entro il 2008

SicurezzaSoluzioni per la sicurezza

In attesa del Gartner Security Summit che si aprirà a Londra il 20 settembre, la società fornisce i dati più aggiornati legati agli aspetti della sicurezza informatica

Le aziende che non si adegueranno in tempo agli standard di sicurezza aggiornando software all’avanguardia vanno incontro a un destino già segnato. Le vulnerabilità possono crescere fino a tre volte, dal 5% al 15% entro il 2008. Del resto le vulnerabilità di sistema sono interconnesse con la complessità dei collegamentii, che oggi spaziano dalla telematica al wireless. Soltanto le aziende che acquistano, aggiornano oppure implementano software destinato alla sicurezza, sono in grado di affrontare le situazioni a rischio con maggiore tranquillità. Le vulnerabilità, nell’accezione data da Gartner, sono del resto tutte quelle debolezze nell’amministrazione di sistema, tecnologia o processo che possono giungere a mettere a repentaglio la sicurezza It. Per evitare il pericolo di escalation a causa di vulnerabilità nei programmi, le aziende possono instaurare un programma per la sicurezza che contempli non solo l’implementazione di standard di sicurezza nelle architetture software impiegate, ma anche meccanismi atti a limitare gli attacchi da applicazioni che si interfacciano con la Rete. Le strategie più efficaci per realizzare un contesto di sicurezza nelle reti aziendali, in definitiva, devono prevedere anche la rilevazione in tempo utile delle vulnerabilità, una solida difesa verso attacchi da virus, worm e il più subdolo “social engineering”. Infine è necessario applicare difese dei sistemi a base di smart tag e tecnologie biometriche, oltre a effettuare pratiche di sicurezza per le infrastrutture mobili e Wifi.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore