Sicurezza, l’Fbi fa i conti al computer crime

CyberwarSicurezza

Mentre si celebra il ventesimo anniversario del primo virus per Pc, ecco in dollari la misura del fenomeno

Sono trascorsi vent’anni dalla comparsa del primo virus per computer: nel gennaio 1986 Brain, l’antenato di tutti i virus informatici, inaugurò il fenomeno diffondendosi attraverso i floppy disk. Da allora il floppy è un ricordo e il fenomeno del computer crime ha raggiunto dimensioni inimmaginabili all’epoca.Da fenomeno hobbystico, il virus writing è oggi considerato una parte del computer crime. Adesso l’Fbi ha pubblicato i numeri dei crimini informatici (che spaziano dalla diffusione di virus e spyware, al furto di Pc): il computer crime, costa 67,2 miliardi di dollari. I cosi medi per azienda ammontano a 24mila dollari per società. Le intrusioni costano 2,7 milioni di dollari e gli incidenti da virus e Trojan 12 milioni di dollari. Inoltre,secondo Javelin Strategy & Research, il prezzo del furto di identità in America è stato nel 2004 di 52.6 miliardi di dollari.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore