Sicurezza perimetrale in confusione?

Sicurezza

In base a una recente ricerca Idc sembra che molti responsabili aziendali non abbiano ben chiaro il significato di sicurezza dei sistemi periferici

La confusione generale che di solito sembra riguardare la corretta installazione delle contromisure di sicurezza sui Pc aziendali potrebbe lasciare pericolose falle nei sistemi periferici. Queste debolezze potrebbero essere sfruttate da codice maligno per raggiungere i ben più vitali sistemi centrali dell’intera infrastruttura It. E’ questo quanto è emerso da un recente report di Idc dove si evidenzia come molte aziende abbiano ammesso di avere problemi sia a raggiungere la conformità di sicurezza dei sistemi perimetrali, sia a dare una definizione precisa di sicurezza per gli endpoint. Malgrado questa confusione dall’intervista ai 304 professionisti It emerge che il numero di responsabili aziendali che hanno accelerato le attività di protezione per i sistemi periferici è in aumento. La ricerca Idc ha anche evidenziato come il numero di dispositivi wireless per la gestione della posta, e quello dei telefoni mobili che accedono normalmente alla rete aziendale stia aumentando a un ritmo vertiginoso. Inoltre, sempre dalla stessa ricerca è emerso che Cisco e Symantec sono stati i fornitori di soluzioni per la sicurezza dei sistemi periferici più menzionati. Infine il 64 percento dei partecipanti al sondaggio ha dichiarato di aver attivato soluzioni di sicurezza per gli endpoint aziendali, e l’88% di questi si è dichiarato abbastanza o molto soddisfatto delle soluzioni adottate.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore